Frutticoltura e gelate primaverili, come difendersi

Il corretto utilizzo degli impianti antibrina: focus sull'uso di impianti ad aspersione soprachioma e sull'impiego di tecnologia microsprinkler sottochioma

Barbara Righini di Barbara Righini

irrigazione-antigelo-frutticoltura-protezione-gelate-notturne-melo-meli-by-werner-adobe-stock-750x500.jpeg

Frutticoltura: Sos gelate primaverili
Fonte foto: © Werner - Adobe Stock

Maculatura bruna e cimice asiatica da un lato, dall'altro le gelate primaverili: la pericoltura è sotto assedio e dopo diverse stagioni durante le quali ha dovuto affrontare condizioni difficilissime, anche di mercato, sta cercando il rilancio. Fra le sfide ripetute e da mettere in conto, ormai ogni anno, a inizio stagione, ci sono le gelate primaverili che intervengono quando le piante, grazie alle temperature in risalita, fuori stagione, sono già ripartite.


Leggi anche
Maculatura bruna, novità per la difesa del pero


Anche di questo si è parlato, con un focus, durante il World Pear Forum che si è tenuto a Ferrara in occasione dell'edizione 2021 di FuturPera.

Il 2021 ha visto irrompere più gelate tardive: secondo i dati Arpae Emilia Romagna, fra il 15 e il 25 marzo scorsi si è andati diverse volte sottozero: -6,6°C a Zibello (Pr), -6,3°C a Cortile di Carpi (Mo), -3,9°C a Granarolo Fiorentino e poi ancora dal 4 al 9 aprile scorsi si sono avuti -4,6°C a Copparo (Fe), -3,9°C a Zibello (Pr), -4,2°C a Cortile di Carpi (Mo). Il tutto mentre i frutteti, pereti compresi, stavano attraversando le fasi più sensibili ai ritorni di freddo.

Che fare contro le gelate? Durante l'intervento "L'acqua che protegge - Antibrina e climatizzazione per la pericoltura", Gioele Chiari, divulgatore scientifico del Cer, il Canale Emiliano Romagnolo, ha spiegato come utilizzare gli impianti antibrina. D'altra parte, si è appena chiuso un bando nell'ambito del Psr della Regione Emilia Romagna che puntava proprio alla prevenzione dei danni al potenziale produttivo frutticolo da gelate e non è escluso che altri fondi possano arrivare l'anno prossimo, considerata la frequenza con la quale le gelate fuori stagione si presentano.


Leggi anche
Irrigazione antibrina, che cos'è e come funziona


Chiari ha fatto un focus sull'uso di impianti ad aspersione soprachioma e sull'impiego di tecnologia microsprinkler sottochioma. Il Cer ha a disposizione sul suo sito le linee guida per l'utilizzo corretto di questi tipi d'impianto.

"La tempestività è fondamentale - ha avvertito subito Chiari - ciò contraddistingue tutte le tecniche che cercano di difendere gli impianti dai cambiamenti climatici. Si tratta di far partire gli impianti a circa 1 grado sopra la soglia critica per la coltura e per la fase fenologica, con alcune attenzioni. L'automazione e le tecnologie applicate in campo aiutano ad essere tempestivi".

"Abbiamo soprattutto gelate per irraggiamento o per avvezione" ha continuato. "Per irraggiamento si verifica quando abbiamo bassa umidità, calma di vento e si genera inversione termica. È questa quella da cui è più facile difendersi. Per avvezione è invece quando ci sono movimenti di masse di aria fredda, la si distingue leggendo l'anemometro. Se si alza il vento e la temperatura è bassa ci sono le condizioni. Concentrandoci sugli impianti d'irrigazione antibrina che usano l'acqua per scambiare calore: il soprachioma bagna parte della pianta e in alcuni casi l'interfila. L'irrigazione va fatta dall'inizio del rischio fino a fine rischio e quindi con l'irrigazione continua c'è il rischio di destrutturare il terreno e asfissiare la pianta. Ci vuole molta attenzione alle quantità. Con il sottochioma, riscaldiamo invece l'aria del frutteto e non parte della pianta. Usiamo sprinkler sottochioma. Dobbiamo avere l'interfila inerbita e agiamo con irrigazione turnata. Lo svantaggio del sottochioma è che l'efficacia è limitata a circa un metro e mezzo d'altezza. Dopodiché è l'inversione termica che deve lavorare".

 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: frutticoltura difesa video futurpera gelate

Temi caldi: FuturPera 2021

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 271.214 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner