Colture

vite-per-uva-da-tavola

Vite per uva da tavola
Vitis vinifera

La vite è una pianta antichissima che da milioni di anni è presente nelle zone temperate del pianeta; solo da qualche migliaio di anni però si è cominciato a produrre vino. Alla fine del 1800 ha cominciato a differenziarsi la coltivazione tra prodotto destinato alla produzione di vino e quello per il consumo fresco. Il frutto della vite è molto ricco di zucchero, soprattutto fruttosio e lattosio. Meno ricco di acqua rispetto ad altri frutti, ha però un effetto diuretico, dovuto al contenuto di potassio. Ha anche proprietà lassative, dovute all'azione di buccia e semi. La vite fa parte dell’ordine delle Rhamnales, famiglia delle Vitaceae o Ampelidaceae, sottofamiglia delle Ampelideae e genere Viti. Per l’interesse commerciale prendiamo in considerazione le specie americane (Vitis riparia, Vitis rupestris e Vitis berlandieri) ed europee (Vitis vinifera). Le viti che noi normalmente coltiviamo appartengono alla Vitis vinifera sativa. Il frutto della vite è una bacca (acino), costituito da un epicarpo o buccia, dal mesocarpo o polpa (tessuto molle e succoso) e dall'endocarpo (tessuto membranoso in cui sono contenuti i semi o vinaccioli). Gli acini sono posti sui pedicelli che formano, con le ramificazioni del grappolo, il raspo. La forma, la dimensione, il colore e il sapore variano a seconda della varietà. I cirri o viticci (erbacei durante l'estate, lignificano con la fine del ciclo vegetativo) sono organi di sostegno volubili. L’impianto dove vengono coltivate la vite si chiama vigneto o vitigno. La vite può essere coltivata per la produzione di uva da vino, di uva da tavola o da mensa, di uva da essicazione e di uva da conserve alimentari. L’uva da tavola può avere varietà con semi e senza semi o apirene. Fra le varietà più diffuse Italia, Victoria, Matilde, Michele Palieri, Zibibbo, Crimson Seedless. La scienza che studia il vino si chiama enologia. Possiamo avere uva con acini di colore bianco o giallo e rosso. I vini che vengono prodotti da questi acini possono essere bianchi, rossi o rosati. Menzione a parte meritano i vini passiti per la metodologia di produzione. Fra le varietà più diffuse Falanghina, Fiano, Greco di Tufo, Verdicchio, Aglianico, Primitivo, Nero d’Avola, Chardonnay, Pinot, Sauvigon, Cabernet Sauvigon, Merlot, Brunello, Sangiovese, Trebbiano, Montepulciano.

Botector New, la soluzione naturale contro la botrite tardiva

Il fungicida di Manica trova il suo momento ottimale di applicazione durante la maturazione delle uve più tardive, sia da vino che da tavola
botector-new-fonte-manica2

Botector New, a base del fungo Aureobasidium pullulans, è il fungicida di ultima generazione di Manica.  Questo fungo agisce per antagonismo e sottrazione degli elementi nutritivi nei confronti della botrite, colonizzando le microlesioni presenti sul grappolo e agendo da scudo naturale contro ...

Botrite e uva da tavola: le soluzioni disponibili

AgroNotizie riassume quanto risulta su Fitogest.com per quanto riguarda la difesa da muffa grigia per l'uva da tavola
uva-bianca-ta-da-tavola-grappoli-maturi-by-volff-adobe-stock-749x500

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Fine estate, inizio autunno. L’uva da tavola entra nella terza fase, ovvero quella in cui vedranno la raccolta le varietà più tardive, quelle più a rischio per quanto riguarda la botrite, specialmente se coltivate sotto tendone. Fatta salva la corretta nutrizione ...

Video

31 lug 2020 4185 visualizzazioni

Campo demo, difesa fungicida uva da tavola: le prove

Durante il Campo demo fungicida vite, organizzato da Agricola 2000 a Castellaneta (Taranto), sono state testate strategie convenzionali e di biocontrollo per la difesa dell'uva da tavola da peronospora e oidio Leggi l'articolo completo: https://bit.ly/3k53rE3 Contenuto promosso da: Agricola 2000 Servizio realizzato da: Tommaso Cinquemani In questo filmato: Lorenzo Palanga, tecnico sperimentatore di Agricola 2000 Dietro l’impulso di tecnici e viticoltori Agricola 2000 ha organizzato a Castellaneta (Taranto) un #CampoDemo fungicida vite dedicato al controllo di oidio e peronospora, testando strategie di difesa a base di agrofarmaci di sintesi e di origine biologica. Nel #vigneto di venticinque anni, varietà Vittoria, presso l'azienda agricola De Novellis Domenico, sono state messe a confronto diverse strategie di difesa della vite. Per facilitare lo sviluppo dei patogeni fungini i filari sono stati scoperti dai classici tendoni mentre è stata lasciata la rete antigrandine. Accanto alle strategie di difesa classiche sono state testate diverse strategie di #biocontrollo a base di prodotti di origine biologica quali microrganismi ed estratti naturali. Guarda gli altri video della playlist Campo demo 2020: https://bit.ly/2XaXifl Tutti i video di AgroNotizie sono su: www.agronotizie.it/video-agricoltura/ Puoi seguirci anche su • www.facebook.com/AgroNotizietwitter.com/AgroNotiziewww.instagram.com/agronotizie Su AgroNotizie trovi approfondimenti dedicati alle tecnologie per l'agroalimentare, dalla precision farming fino alle innovazioni introdotte dal mondo della ricerca. Online, le interviste, i fatti, gli appuntamenti, novità dalle aziende. -------------------------------------------------------- AgroNotizie è un sito del network di Image Line: www.imagelinenetwork.com -- Soundtrack: Corporate Motivational Inspiring Upbeat & Uplifting by StockSounds via EnvatoMarket-AudioJungle

Fotogallery

31 lug 2013

Massey Ferguson trattori - evento Agricola 2000 - Sicilia 2013


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner