La redazione di AgroNotizie

Matteo Bernardelli

Matteo Bernardelli

Attualità e Agri@rte

Classe 1975, è orgogliosamente mantovano. Ha in tasca una laurea in Giurisprudenza che vale come un Fresh di Monte Paschi, oltretutto conseguita troppo presto e senza mai essere respinto agli esami (che errore!).Pur di non fare l'avvocato ha preso altro tempo a gingillarsi e ha così inseguito il suo sogno di fare il giornalista. E' emigrato a Milano e ha frequentato l'Istituto per la Formazione al Giornalismo (IFG).Professionista dal 2004, ha parzialmente riconvertito le proprie braccia all'agricoltura, zappando con dita pesanti sulla tastiera.Ha seguito per il Gruppo Sole 24 Ore il primo G-8 dell'Agricoltura e dirige alcune testate specializzate.E' consulente per l'informazione e la comunicazione di Veronafiere per il settore agroalimentare.Collabora con diverse testate nazionali ed internazionali e fa parte del comitato editoriale "Gusto e Società" di Franco Angeli editore.Ha pubblicato il saggio "Il diritto sessuale: crimine e peccato alla Corte dei Gonzaga" (2006) e l'analisi "Il sistema agroalimentare mantovano nel contesto nazionale" all'interno del libro "Internazionalizzazione e agroalimentare. Potenzialità e ipotesi di valorizzazione dei prodotti tipici mantovani", (2011).Sta per uscire un altro saggio, ma per una volta tiene la bocca chiusa. Anche perché si è già dipinto in maniera pessima. Per fortuna sua zia non naviga in internet...

L'autore sui social network: Twitter

Sfoglia gli articoli di Matteo Bernardelli

Contatta l'autore

Cambiamenti climatici, passare dalla teoria alla pratica

Pagare gli agricoltori e gli allevatori per i servizi ambientali. La ricetta pubblicata dal New York Times a firma di Robert Leonard e Matt Russell
agricoltura-americana-fattoria-silos-fienile-campo-by-spiritofamerica-fotolia-750

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Il messaggio è molto semplice: pagare gli agricoltori per migliorare i servizi ambientali e, di conseguenza, rispondere in maniera efficace ai cambiamenti climatici in atto, partendo dal sequestro di carbonio nel terreno, così da renderlo più fertile. La ricetta è apparsa nei giorni scorsi sul New York Times e porta la firma di Robert Leonard, direttore delle notizie per le stazioni radio Knia e Krls, e di Matt Russell, agricoltore e comproprietario dell'azienda Coyote Run Farm, in Iowa, uno degli Stati agricoli per eccellenza degli Usa, che grazie alla produzione maidicola e cerealicola può vantare una zootecnia particolarmente sviluppata nel paese. Il fatto che se ne occupi il New York Times, uno dei quotidiani più letti al mondo e - in alcuni frangenti - anticipatore dei grandi temi che riguardano il futuro e le grandi questioni del pianeta, suggerisce che c'è una certa urgenza a individuare una soluzione ...

Africa, Josefa Sacko: "Ora serve una road-map"

Cibo, finanziamenti e accesso alla terra sono alcune delle sfide da affrontare: "E' necessario adattare razionalmente i modelli di sviluppo alle esigenze del territorio"
josefa-sacko-commissario-dipartimento-economia-rurale-e-agricoltura-unione-africana-fonte-foto-european-union-2019-photographer-cornelia-smet

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Josefa Sacko è commissario del dipartimento di Economia rurale ed agricoltura dell'Unione africana, un organismo continentale composto dai 55 Stati membri del continente africano. Lanciata ufficialmente nel 2002 come erede dell'Organizzazione dell'Unità Africana, ...

Fao, Qu Dongyu e i nuovi equilibri nel mondo

Giuliano Noci, ingegnere, professore ordinario di marketing e prorettore del Polo territoriale cinese del Politecnico di Milano ha affermato ad AgroNotizie che "mentre il mondo occidentale era preso da altre vicende, la Cina ha potuto espandere la propria rete"
giuliano-noci-ingegnere-professore-prorettore-polo-territoriale-cinese-politecnico-di-milano-20190701-fonte-wikipedia

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Dalla real-politik al soft-power. Mutazioni non sempre rapide, ma che modificano gli equilibri. Da Otto von Bismarck alla Cina. Cambiano i tempi e gli attori. Ha suscitato sorpresa, ma forse non più di tanto, l'elezione del cinese Qu Dongyu a direttore generale della Fao la scorsa ...

Fao, luci ed ombre sulla nomina di Qu Dongyu

"Il mondo si sta completamente spostando verso Est". L'intervista a Beatrice Nicolini dell'Università Cattolica di Milano
beatrice-nicolini-prof-universita-cattolica-di-milano-giu-2019-fonte-prof-beatrice-nicolini

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

"La nomina del cinese Qu Dongyu a direttore generale della Fao possiede lati positivi e negativi. Va letta e capita da più prospettive. Par di capire che non sarà una direzione facile per la Fao: le pressioni sono molto forti e la cooperazione internazionale non sempre ...

Fao, Qu Dongyu è il nuovo direttore generale

Il neoeletto prenderà servizio a Roma il prossimo primo agosto e resterà in carica fino al 31 luglio 2023
qu-dongyu-eletto-direttore-generale-fao-giu-2019-fonte-sito-fao

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Qu Dongyu, 55 anni, biologo e viceministro per l'Agricoltura della Cina, è il nuovo direttore generale della Fao. È stato eletto al primo turno, raccogliendo 108 voti sui 191 disponibili, grazie anche al sostegno compatto dell'Africa, che da alcuni anni ha rapporti molto ...

6 giu Zootecnia

Latte, accordo tra Europa e Africa per la sostenibilità

Siglato da Copagri insieme all'European milk board, vuole sviluppare la produzione lattiera, valorizzare il comparto africano e rispettare la dignità dei produttori
latte-by-nitr-fotolia-750x537

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Il latte come risposta sociale ed economica ai bisogni degli agricoltori e dei territori dell'Africa occidentale. Passerà anche dall'oro bianco la crescita del settore primario del continente africano? Per la Confederazione produttori agricoli-Copagri, che nelle scorse settimane ha ...

Uno sguardo all'Africa

Le potenzialità che hanno gli Stati sono tante, ma nonostante l'estensione il continente deve fare i conti con alcuni limiti geografici e con l'assenza di una cultura unitaria. Quale sarà il futuro?
africa-tanzania-by-adwo-fotolia-750

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Quando si parla di Africa non si deve mai commettere l'errore di chiamarlo Stato, come verrebbe da dire di primo acchito. L'Africa è, semmai, un continente. Il 65% delle terre coltivabili non ancora sfruttate si trova in Africa, tanto che sulla carta potrebbe diventare il nuovo ...

Indicazioni geografiche protette, anche l'Africa dice la sua

Dare un vantaggio comparativo sui mercati internazionali ai prodotti agroalimentari africani: l'obiettivo dell'Unione europea e del continente nero
africa-agricoltura-by-ozphotoguy-fotolia-750

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

"Per l'Unione europea poter contare su un'Africa forte, stabile e prospera è essenziale, e un sistema agroalimentare africano che crei valore è fondamentale per garantire la sicurezza alimentare, i mezzi di sussistenza rurali, la crescita dei redditi, la creazione di ...

Africa: il clima cambia, l'agricoltura anche

Come potrà cambiare il modello agricolo del continente a seguito dei cambiamenti climatici? L'intervista a Rodrigo de Lapuerta, direttore dell'Ufficio di rappresentanza della Fao con il Belgio e l'Unione europea a Bruxelles
africa-tramonto-tanzania-by-putsada-adobe-stock-750x501

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Rodrigo de Lapuerta è il direttore dell'Ufficio di rappresentanza della Fao con il Belgio e l'Unione europea a Bruxelles. A margine della Task force for rural Africa, uno dei programmi lanciati dalla Commissione Agricoltura dell'Ue, finalizzata a sostenere lo sviluppo ...

Europa e Africa, insieme si può

La Task force for rural Africa, creata lo scorso anno, ha consegnato la propria agenda agroalimentare e rurale per la nuova "Alleanza Africa-Europa per gli investimenti sostenibili e l'occupazione". Quattro i settori di azione strategici individuati
task-force-for-rural-africa-mag-2019-articolo-matteo-bernardelli-fonte-european-union-2019-photografher-cornelia-smet

Matteo Bernardelli di Matteo Bernardelli

Gli accordi con l'Africa sono una delle priorità dell'Unione europea e una migliore collaborazione fra Europa e il continente africano è raccomandabile. Ed è per questo che lo scorso anno è stata creata una vera e propria Task force for rural Africa, ...


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner