Normativa


Prodotti fitosanitari e decisioni avverse Ue: quando l’unica via è quella giudiziaria. Come è andata a finire?

Disponibili le prime sentenze di alcuni ricorsi che avevamo segnalato nel mese di marzo 2020

Dei casi che avevamo segnalato, per alcuni sono disponibili degli aggiornamenti. Vediamo quali.   Glifosate In Belgio la regione di Bruxelles-capitale aveva presentato ricorso contro il rinnovo dell’approvazione Ue, avvenuto nel 2017. Dopo una bocciatura iniziale da parte del tribunale di prima istanza, l’istituzione belga ci riprova contestando le motivazioni (non era titolata a ricorrere) e chiedendo che la Commissione venga condannata al pagamento delle spese legali. L’avvocato generale ha proposto alla Corte di accogliere il ricorso, inizialmente respinto, e di far continuare il procedimento (16/07/2020).   Clorpirifos-metile Ci sono novità anche per il pesantissimo ricorso conto il mancato rinnovo dell’approvazione Ue del fosforganico clorpirifos metile. Il presidente del tribunale ha pubblicato un’ordinanza in cui respinge la domanda di provvedimenti urgenti (pubblicazione 17/07/2020). Il procedimento continuerà ...

Bollettino di guerra del 6 agosto 2020: poche sorprese, ma pesanti

Le ultime decisioni Ue in materia di prodotti fitosanitari: i rappresentanti dei 27 Stati membri hanno preso 9 decisioni sulle 12 in programma

Sono disponibili i risultati delle votazioni dello Scopaff del 16-17 luglio, l’ultima riunione dei decisori Ue in materia di prodotti fitosanitari prima della pausa estiva. Poche sorprese, ma pesanti. Le seguenti votazioni sono avvenute in videoconferenza.   Coformulanti ...

Avviso ai naviganti n° 57: insetticidi fosforganici revocati e limiti massimi di residuo

Pubblicato il regolamento che abbassa i limiti massimi di residuo di clorpirifos e clorpirifos metile sulle derrate alimentari vegetali e animali

A cinque mesi dal voto con cui l’abbassamento dei limiti massimi di residuo di clorpirifos e clorpirifos metile sulle derrate alimentari è stato approvato a maggioranza qualificata (con l’astensione del Portogallo e il voto contrario di Italia e Repubblica Ceca), è stato ...

29 lug Fertilizzanti

Bollettino di guerra di luglio 2020: un inibitore della nitrificazione

Le prossime decisioni italiane sui fertilizzanti: in vista l'autorizzazione del Nitrapyrin

È disponibile la bozza del decreto ministeriale di aggiornamento dell’elenco dei fertilizzanti nazionali, la cui pubblicazione è prevista entro l’anno, una volta terminata la fase di commento, che si concluderà il prossimo 16 ottobre. La modifica del decreto ...

Sostanze di base e principi attivi a basso rischio, nuove approvazioni in Ue

Approvati il latte vaccino come antioidico, microrganismi contro le patologie in ambiente forestale e il pirofosfato ferrico contro lumache e limacce

Nell’ultima settimana sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ue tre regolamenti riguardanti le due nuove tipologie di prodotti introdotti dal regolamento 1107/2009 sull’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari: le sostanze di base e le sostanze a basso rischio. Vediamo ...

Avviso ai naviganti n° 56: il punto sugli insetticidi, chi passa e chi no

Pubblicato il regolamento di rinnovo dell’approvazione Ue del pyriproxifen, mentre il piretroide beta-cifluthrin non ce l'ha fatta

L’innalzamento delle temperature manifestatosi con estrema violenza negli ultimi tempi sta provocando una vera e propria recrudescenza delle infestazioni delle colture agrarie, in micidiale concomitanza con la moria di mezzi tecnici causata degli effetti delle regole che la Ue si è ...

Ma... che fine ha fatto il rame?

Il fungicida più antico del mondo è impegnato su diversi fronti. L'Efsa sta riesaminando le criticità tossicologiche e ambientali del rame e altri metalli di transizione in ottica del prossimo rinnovo dell'approvazione Ue

Il decano dei fungicidi del vigneto (e non solo) riserva ancora sorprese a tutti gli addetti della filiera agrochimica, a cominciare dalla nazione che raccoglierà il testimone dalla Francia che lo ha accompagnato a un controverso rinnovo dell’approvazione Ue come fitosanitario. Ma ...

Fitosanitari, le autorizzazioni eccezionali di giugno

Nuove autorizzazioni ed estensioni di coltura e avversità. Intanto la commissione Ue sta aggiornando le procedure per il loro rilascio

Il ricorso ripetuto alle autorizzazioni per emergenza fitosanitaria è da tempo nel mirino delle autorità europee che da tempo sospettano sia un modo per aggirare le restrizioni e le revoche imposte dall’entrata in vigore del regolamento 1107/2009, che è appena entrato ...

Bollettino di guerra 11 giugno 2020: fitosanitari, tra mail e sabotaggi

Le decisioni Ue in materia di prodotti fitosanitari: veti più o meno incrociati bloccano decisioni attese da tempo. Ecco le votazioni interrotte per richieste di approfondimento e i rinvii

Anche in occasione della sessione di maggio dello Scopaff (acronimo di Standing Committee on Plants, Animals, Food and Feed), consesso in cui i decisori nazionali dei 27 paesi membri deliberano in materia di prodotti fitosanitari, le votazioni sono avvenute mediante procedura scritta (via ...

Fitosanitari: le regole europee sono le più restrittive al mondo?

Il vecchio continente è davvero un "killer" di mezzi tecnici? Confronto tra i provvedimenti comunitari e quanto succede nel resto del pianeta

I provvedimenti restrittivi che nell’Unione europea hanno portato negli ultimi diciotto anni alla non approvazione di 888 sostanze attive ad attività fitosanitaria su 1414 censite hanno dato al vecchio continente la patente di “killer” di mezzi tecnici e il principio di ...

L'Ue guarda al futuro con le strategie Farm to fork e Biodiversity

Entro il 2030 almeno il 25% della superficie agricola dovrà essere coltivata in biologico. La completa messa in sicurezza ambientale e alimentare prevista per il 2050

Lo scorso 20 maggio la commissione Ue ha pubblicato sul proprio sito l’ambiziosa roadmap che dovrebbe portare nel 2050 alla completa messa in sicurezza ambientale e alimentare dell’Europa, nell’ambito del Green new deal, che ambisce anche a trasformare il vecchio continente in ...

Ma... che fine ha fatto il glifosate?

La Francia decisa a fugare gli ultimi dubbi sulla sua presunta cancerogenicità: al via studi in vitro e in vivo. L'iniziativa nell'ambito della procedura di rinnovo dell’approvazione europea dell’erbicida

A poco più di due anni dalla scadenza dell’approvazione europea del glifosate, prevista per il 15 dicembre 2022, l’Anses, l’agenzia francese per la sicurezza alimentare, ambientale e del lavoro, ha comunicato di avere selezionato i laboratori che dovranno realizzare studi ...

Residui di antiparassitari negli alimenti: due studi sull'effetto cocktail

La normativa europea sugli antiparassitari prevede l'analisi degli effetti indesiderati delle combinazioni di differenti sostanze. Nessun allarme per gli effetti su tiroide e sistema nervoso, i primi aspetti indagati

Il cosiddetto “effetto cocktail” degli antiparassitari è uno degli argomenti più dibattuti degli ultimi anni e da cavallo di battaglia di ambientalisti, Ong e complottisti è diventato un regolamento europeo (anzi due) direttamente applicabile in tutti i 27 Stati. ...

Autorizzazioni eccezionali fitosanitari: torna il dimetoato?

Il fosforganico risorge dalle proprie ceneri? La richiesta di utilizzare il dimetoato e le piretrine contro la mosca dell’olivo

Nelle ultime decisioni prese dal Servizio fitosanitario nazionale sulle situazioni di emergenza fitosanitaria che necessitano di soluzioni attualmente non autorizzate, oltre ai sempre più diffusi prodotti “green”, spiccano alcune vecchie conoscenze: vediamo ...

Bollettino di guerra 23 aprile 2020: Ue e fitosanitari, chi ha votato cosa

Disponibile il verbale ufficiale dell’incontro dello Scopaff svoltosi il 23-24 marzo per corrispondenza

Con una inconsueta puntualità rispetto a quando le riunioni venivano svolte faccia a faccia, il verbale del surreale Standing committee on plants, animals, food and feed section legislation (Scopaff) del 23-24 marzo è stato appena pubblicato sul sito della DG Sante. Oltre a quanto ...

Cimice asiatica: i criteri per l'uso delle "armi biologiche"

Pubblicato il decreto del ministero dell'Ambiente. Ora si attende la valutazione dell'Ispra sui requisiti per l'introduzione dei parassiti naturali della cimice. Tra questi, la vespa samurai

Dopo sei mesi di attesa, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che ufficializza i criteri per l’immissione nel territorio nazionale di specie e popolazioni non autoctone, propedeutico all’utilizzo della vespa samurai e altri parassiti della cimice asiatica, ...


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner