Colture

vite-per-uva-da-vino

Vite per uva da vino
Vitis vinifera

La vite è una pianta antichissima che da milioni di anni è presente nelle zone temperate del pianeta; solo da qualche migliaio di anni però si è cominciato a produrre vino. Alla fine del 1800 ha cominciato a differenziarsi la coltivazione tra prodotto destinato alla produzione di vino e quello per il consumo fresco. Il frutto della vite è molto ricco di zucchero, soprattutto fruttosio e lattosio. Meno ricco di acqua rispetto ad altri frutti, ha però un effetto diuretico, dovuto al contenuto di potassio. Ha anche proprietà lassative, dovute all'azione di buccia e semi. La vite fa parte dell’ordine delle Rhamnales, famiglia delle Vitaceae o Ampelidaceae, sottofamiglia delle Ampelideae e genere Viti. Per l’interesse commerciale prendiamo in considerazione le specie americane (Vitis riparia, Vitis rupestris e Vitis berlandieri) ed europee (Vitis vinifera). Le viti che noi normalmente coltiviamo appartengono alla Vitis vinifera sativa. Il frutto della vite è una bacca (acino), costituito da un epicarpo o buccia, dal mesocarpo o polpa (tessuto molle e succoso) e dall'endocarpo (tessuto membranoso in cui sono contenuti i semi o vinaccioli). Gli acini sono posti sui pedicelli che formano, con le ramificazioni del grappolo, il raspo. La forma, la dimensione, il colore e il sapore variano a seconda della varietà. I cirri o viticci (erbacei durante l'estate, lignificano con la fine del ciclo vegetativo) sono organi di sostegno volubili. L’impianto dove vengono coltivate la vite si chiama vigneto o vitigno. La vite può essere coltivata per la produzione di uva da vino, di uva da tavola o da mensa, di uva da essicazione e di uva da conserve alimentari. L’uva da tavola può avere varietà con semi e senza semi o apirene. Fra le varietà più diffuse Italia, Victoria, Matilde, Michele Palieri, Zibibbo, Crimson Seedless. La scienza che studia il vino si chiama enologia. Possiamo avere uva con acini di colore bianco o giallo e rosso. I vini che vengono prodotti da questi acini possono essere bianchi, rossi o rosati. Menzione a parte meritano i vini passiti per la metodologia di produzione. Fra le varietà più diffuse Falanghina, Fiano, Greco di Tufo, Verdicchio, Aglianico, Primitivo, Nero d’Avola, Chardonnay, Pinot, Sauvigon, Cabernet Sauvigon, Merlot, Brunello, Sangiovese, Trebbiano, Montepulciano.

Attenti a quei due

La Linea Actlet® di Ascenza si compone di due soluzioni ad alto grado di complementarietà grazie alle tre differenti sostanze attive in grado di controllare la peronospora in ogni suo stadio di sviluppo
actlet-c-actlet-f-fonte-ascenza

Difficilmente contro le peronosporacee si possono utilizzare soluzioni basate su una sola sostanza attiva. Troppo alti i rischi di sviluppare resistenze da un lato, come pure alti sono i rischi di non riuscire a intercettare il patogeno in tutte le fasi del suo sviluppo. Sebbene molto efficaci, i ...

Vino comune, le rese verso le 30 tonnellate d'uva per ettaro

La norma che aggiorna il Testo unico della vite e del vino è contenuta nel Decreto rilancio. Canta vittoria la Cia Sicilia Occidentale che l'estate scorsa aveva proposto la modifica
barbatelle-barbatella-vite-vigneto-vitivinicoltura-by-morenovel-fotolia-750x500

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Nel decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, meglio noto come Decreto rilancio, al terzo comma dell’articolo 224 “Misure in favore della filiera agroalimentare” c’è una importante novità per i produttori di uva da vino comune: la sostanziale riduzione delle rese ...

La difesa antioidica del vigneto

Belchim Crop Protection propone la sua linea di difesa contro l'oidio
vite-vitigni-vitigno-uva-bianca-by-m-bonotto-fotolia-750

L’importanza di una corretta gestione del vigneto, anche sotto il profilo fitosanitario, è determinante ai fini delle rese e della qualità del raccolto. Insieme alla peronospora, il nemico storico di questa coltura continua a rimanere l’Oidio (Erysiphe necator) che in ...

25 mag Fertilizzanti

Vite da vino: il grado zuccherino si incremente dalla fioritura

Per supportare la coltura in questa fase, Ilsa ha sviluppato IlsaminBoro per fornire il giusto apporto di boro alla pianta e IlsaVegetus per favorire una fioritura più breve e una maggior allegagione
uva-bianca-italiana-vite-vitivinicoltura-by-maurizio-fotolia-750

Nell'articolo “Vite da vino: chi ben inizia è già a metà dell’opera. La proposta di Ilsa per le prime fasi di sviluppo della vite” avevamo visto come le prime fasi di sviluppo di questa coltura, dal germogliamento alla formazione degli abbozzi ...

Video

7 mag 2020 69 visualizzazioni

Zoxamide: soluzioni d'eccellenza contro la Peronospora

Proteggi vegetazione e produzione con i formulati Gowan a base di zoxamide. Per saperne di più: https://bit.ly/ZoxamideGowan oppure visita il sito www.gowanitalia.it Agrofarmaci autorizzati dal Ministero della Salute. Usare con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto, con particolare attenzione alle frasi e simboli di pericolo. Le indicazioni d'impiego presentate nel video fanno riferimento all'etichetta ministeriale in vigore al momento della pubblicazione.

Fotogallery

3 lug 2018

Enovitis in Campo 2018 - macchine agricole

21-22 giugno Fabbrico (Re)


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner