La redazione di AgroNotizie

Barbara Righini

Barbara Righini

Gli studi di ragioneria scelti quando ancora non si ha l'età per comprendere per che cosa si è portati mi rivelarono quasi subito che i numeri non erano il mio futuro. Ed eccomi qua: da 15 anni lavoro come giornalista professionista, dopo aver frequentato l'IFG di Urbino. Prima c'è stata una lunga esperienza all'agenzia Agr, come speaker e giornalista radiofonica, poi dal 2009 la mia specializzazione è diventata quella di reporter munita di telecamera. Fino al 2014 ho lavorato per RCD, la redazione digitale del gruppo RCS ma, con i chiari di luna della crisi, la testata è stata chiusa e sono diventata giornalista freelance video. Oltre a collaborare con AgroNotizie, lavoro per diverse altre testate: Corriere.it e IoDonna, Oggi.it, l'agenzia Kikapress e saltuariamente con IlFattoQuotidiano.it e Primopiano.

Sfoglia gli articoli di Barbara Righini

Contatta l'autore

Zenzero 100% italiano, consorzio al via: vuoi essere della partita?

La crescita d'interesse del consumatore italiano è evidente e diversi agricoltori sono tentati dalla coltura. La visita alle serre Habitat della cooperativa Giulio Bellini: guarda le videointerviste
impinato-zenzero-in-serra-gen-2020-fonte-agritechno

Barbara Righini di Barbara Righini

Non dovremo attendere molto per vedere sul banco dei supermercati zenzero 100% italiano: il Consorzio zenzero italiano, con filiera made in Italy è praticamente pronto al debutto. Vista l'annata 2019, difficile dal punto di vista meteorologico, i produttori che già hanno aderito al consorzio non hanno ancora terminato la raccolta, il rizoma in alcuni casi può infatti ancora crescere. Lo zenzero è sempre più amato dagli italiani e ricercato nelle cucine degli chef, a oggi però ciò che si trova in vendita è un prodotto importato dall'Estremo Oriente (soprattutto dalla Cina), dal Sud America e dai Paesi Bassi. Secondo dati Ice, nel 2018, l'Italia ha importato zenzero per un valore di circa 10 milioni 800mila euro mentre, appena otto anni prima, nel 2010 importavamo per 2 milioni e 400mila euro. La crescita d'interesse del consumatore italiano è evidente. Noi di AgroNotizie siamo ...

17 dic Agrimeccanica

Irrigazione a rateo variabile, un traguardo sempre più vicino in Emilia Romagna

Durante l'ultima edizione di Watec Italy AgroNotizie ha intervistato Paolo Mannini, direttore del Canale emiliano romagnolo
irrigazione-goccia-gocce-acqua-by-reicher-adobe-stock-750x500

Barbara Righini di Barbara Righini

L'80% delle produzioni agroalimentari esportate dall'Italia deriva da agricoltura irrigua, un dato che, considerato il cambiamento climatico in corso e i periodi prolungati di siccità sempre più frequenti, spaventa. A fornirlo è stato il direttore del Canale emiliano ...

Cambiamento climatico e acqua: necessaria una riflessione sui metodi irrigui

Con il cambiamento del clima in corso è evidente che la necessità irrigua aumenterà, gestendo però in maniera intelligente le risorse è possibile fare fronte alle esigenze
acqua-agricoltura-canale-by-naj-fotolia-750

Barbara Righini di Barbara Righini

La Pianura padana è la più grande pianura irrigua d'Europa, sicuramente per intensità d'utilizzo della risorsa ma anche per durata del periodo durante il quale le colture necessitano di essere irrigate. Lo mostra chiaramente la Global map of irrigation area ...

Pere, proposte per aumentare rese e pezzatura

L'intervista a Michele Mariani, della Fondazione fratelli Navarra, raccolta da AgroNotizie in occasione di Futurpera
pere-pera-abate-fetel-by-alessio-orru-fotolia-750

Barbara Righini di Barbara Righini

Alcuni dati impietosi, che i pericoltori probabilmente già conoscono: nel 2019, in media, secondo i calcoli di Cso Italy, per ogni ettaro di Abate Fétel si perdono 8.600 euro. Il risultato negativo (la Plv infatti non va oltre gli 8.900 euro a ettaro), che sta portando ...

Pericoltura, guardare al futuro: idee per superare la crisi

Puntare su nuovi mercati esteri, su nuove varietà e anche sull'Igp per valorizzare il prodotto italiano, senza dimenticare la necessità di aggregazione. Guarda le videointerviste agli operatori del settore raccolte a Futurpera
pere-pera-by-doc-rabe-media-fotolia-750x590

Barbara Righini di Barbara Righini

Un'annata da incubo per i pericoltori italiani, come si sa la produzione è stata dimezzata, rispetto agli anni precedenti, a causa di problematiche climatiche ed emergenze fitosanitarie. Per la prima volta quest'anno, l'Italia è stata superata dall'Olanda nella ...

Cimice asiatica, verso i fondi mutualistici

Nessuna compagnia assicurativa sembra disposta ad assumersi il rischio di assicurare un agricoltore contro tale avversità, ma a partire dal 2020 dovrebbero essere a disposizione dei fondi. L'intervista a Gianluigi Zucchi di Condifesa Bologna e Ferrara
pero-pere-cimice-asiatica-frutticoltura-fonte-schermata-video-barbara-righini-futurpera-2019

Barbara Righini di Barbara Righini

I conti definitivi dei danni derivanti da cimice asiatica, nella stagione 2019, non sono ancora stati fatti, quelli diffusi sono parziali e andranno aggiornati mano a mano che il prodotto sarà commercializzato (il danno sul kiwi, per esempio, così come su alte colture, si riscontra ...

Cimice asiatica: un battericida per limitarne la diffusione

In una situazione piuttosto negativa, sono state due le note positive emerse a Futurpera: il possibile uso di battericidi che funzionerebbero esclusivamente sulle uova impedendo lo sviluppo di H. halys e la ricerca sul meccanismo di corteggiamento fra maschi e femmine
cimice-asiatica-by-miyuki-satake-fotolia-750

Barbara Righini di Barbara Righini

La bocciatura da parte del Comitato Paff della Commissione europea del Chlorpyrifos e del Chlorpyrifos-Metile era nell'aria ma è una nuova tegola che piomba sulla testa dei frutticoltori italiani, i due principi attivi infatti sono ampiamente utilizzati contro la cimice asiatica ...

Maculatura bruna del pero: necessaria una strategia a 360°

Causata da un fungo, è nota in Italia da metà degli anni '70 ma è solo nelle ultime due stagioni che ha provocato danni estesi, ingenti, e imprevisti. Il punto in occasione di Futurpera
pere-pera-abate-fetel-by-alessio-orru-fotolia-750

Barbara Righini di Barbara Righini

Si è parlato moltissimo di cimice asiatica come causa dell'acuirsi della crisi nel comparto pera, ma a contribuire alle perdite del 2019 è stata anche la maculatura bruna, un'avversità già conosciuta dai pericoltori ma che, nel 2018 e 2019, si è fatta ...

Pere, un quadro di settore a tinte fosche

A mettere nero su bianco la stagione 2019-2020 nel corso di Futurpera è stato il Cso: i quantitativi prodotti sono circa il 50% in meno rispetto alla media degli ultimi anni. E' necessario cercare nuovi mercati e una speranza è rappresentata dalla Cina
pere-pero-ramo-by-africa-studio-adobe-stock-750x500

Barbara Righini di Barbara Righini

E' un quadro sconsolante quello che riguarda il comparto pere dipinto, in ogni sua sfumatura, durante Futurpera, principale fiera dedicata al settore che si è svolta a Ferrara. L'unica nota positiva è la prospettiva, sempre più concreta, di un'apertura del mercato ...

4 dic Zootecnia

Biologico e zootecnia, se ne è parlato a Biolife

Il bio convince il consumatore e la domanda non manca, ciò che preoccupa è la possibilità che in futuro l'offerta di prodotto non riesca a soddisfare la richiesta
bovini-da-latte-vacche-by-shmel-adobe-stock-750x305

Barbara Righini di Barbara Righini

Corre il bio, anche nel settore lattiero caseario: il punto è stato fatto a Biolife, fiera di riferimento per il settore in Trentino Alto Adige, l'evento si è tenuto a Bolzano. A mettere a confronto i propri numeri e le prospettive di sviluppo, durante il convegno 'Il futuro ...


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner