Colture

olivo

Olivo
Olea europaea L.

L'olivo o ulivo (Olea europaea L.) è una pianta da frutto appartenente alla famiglia delle Oleaceae. È una pianta molto longeva: in condizioni climatiche favorevoli può vivere anche mille anni. I suoi frutti, le olive, sono impiegate per l'estrazione dell'olio e, in misura minore, per l'impiego diretto nell'alimentazione. A causa del sapore amaro dovuto al contenuto in polifenoli, l'uso delle olive come frutti nell'alimentazione richiede però trattamenti specifici finalizzati alla deamaricazione (riduzione dei principi amari), realizzata con metodi vari. ll frutto è una drupa ovale, di colore variabile dal verde al violaceo. La polpa è carnosa e contiene il 25-30 % di olio, raccolto all'interno delle sue cellule sottoforma di piccole goccioline. Il seme è legnoso, ovoidale, ruvido e di colore marrone. È una pianta sempreverde, la cui attività è pressoché continua con attenuazione nel periodo invernale. Per quanto riguarda le cultivar, il parametro che viene maggiormente utilizzato nella classificazione è quello che le suddivide in relazione alla destinazione del frutto. In base a ciò si distinguono: cultivar con olive da olio, ad esempio per la produzione di olio Evo - olio extravergine di oliva (Bosana, Canino, Carboncella, Casaliva, Coratina, Dolce Agogia, Frantoio, Leccino, Moraiolo, Pendolino, Rosciola, Taggiasca), cultivar con olive da mensa (Ascolana Tenera, Oliva di Cerignola, Sant'Agostino), cultivar a duplice attitudine (Carolea, Itrana, Tonda Iblea).

Olio Evo, i prezzi all'ingrosso fermi da quasi un mese

Ieri in Borsa merci a Bari in crescita di 20 centesimi al chilogrammo solo l'extravergine biologico. Intanto le giacenze a fine dicembre sono in aumento su novembre, ma cala il sovrappiù sul 2019
olio-prezzo-extravergine-mar20-di-ecopim-studio-fotolia-composiz-image-line

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

I prezzi dell'olio extravergine d'oliva alla produzione nel Mezzogiorno sono stabili in questo scorcio iniziale di 2021, che segna la fine della campagna di trasformazione delle olive. Anche se si fa notare la mancanza di rilevazioni Ismea nel Salento, mentre si evidenziano i lievi ...

Potatura dell'olivo: i succhioni, come riconoscerli ed eliminarli

I succhioni sono rami non fruttiferi che crescono vigorosi togliendo nutrimento alle piante di olivo. Per questo devono essere individuati ed eliminati precocemente con la potatura
olivi-ulivi-olivo-ulivo-oliveti-uliveti-azienda-agricola-puglia-by-paolo-maria-airenti-adobe-stock-750x447

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

L'eliminazione dei succhioni e dei polloni è una delle attività che ogni olivicoltore deve eseguire per mantenere l'oliveto produttivo e in salute. Si tratta infatti di rami vegetativi (che quindi non producono olive) che crescono vigorosi sottraendo risorse alla pianta e ...

EVENTO ONLINE - Annata olivicola nelle regioni produttive del Nord-Est italiano e della Slovenia

Giovedì 14 gennaio alle 17.00 si terrà online l'incontro tecnico rivolto agli operatori del comparto olivicolo in Trentino, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Slovenia
oliveti-trentino-fonte-foto-fondazione-mach

Appuntamento il prossimo giovedì 14 gennaio, alle 17.00, sul canale YouTube della Fondazione Edmund Mach l'incontro che vedrà confrontare le regioni produttive del Nord-Est italiano e della Slovenia sulla annata olivicola appena conclusa e sulle prospettive per il ...

Olivicoltura, 5 milioni in "de minimis" sugli interessi

La ristrutturazione del debito delle aziende olivicolo-olearie, prevista dalla legge di conversione del decreto Emergenze, compensa in tutto o in parte gli interessi pagati nel 2019 su mutui contratti entro il 31 dicembre del 2018
olivo-ulivo-ramo-olivicoltura-olive-by-giorgiape-adobe-stock-750x500

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Dopo il via libera dalla Conferenza Stato-Regioni, la ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, ha firmato il decreto ministeriale che destina 5 milioni di euro per coprire interamente o parzialmente gli interessi maturati nel 2019 dalle aziende del settore olivicolo-oleario sui mutui ...

Video

22 ott 2020 3077 visualizzazioni

La Xylella fastidiosa spiegata in cinque minuti

Dai primi casi registrati fino alle ultime misure adottate a livello europeo. E la ricerca per la cura a che punto è? Leggi l'articolo completo: https://bit.ly/2TfJJZN Servizio realizzato da: Alessio Pisanò e Danilo De Rosa In questo filmato: Alessio Pisanò, l'inviato a Bruxelles di AgroNotizie Incubo degli olivicoltori, la #Xylellafastidiosa continua la sua avanzata. Se i focolai più intensi si osservano in Italia, con i primi casi registrati in Salento ad ottobre 2013, a fare i conti con il #batterio all'origine del complesso del disseccamento rapido dello #olivo sono anche Francia, Spagna e Portogallo. L'Unione europea dunque è scesa in campo con una serie di misure per far fronte al problema e nel frattempo, con tre progetti in corso, la ricerca sta andando avanti per trovare una cura. Scopri di più guardando il video di Alessio Pisanò. Guarda gli altri video della playlist L'agricoltura a Bruxelles 2020: https://bit.ly/34l7CWe Tutti i video di AgroNotizie sono su: www.agronotizie.it/video-agricoltura/ Puoi seguirci anche su • www.facebook.com/AgroNotizietwitter.com/AgroNotiziewww.instagram.com/agronotizie Su AgroNotizie trovi approfondimenti dedicati alle tecnologie per l'agroalimentare, dalla precision farming fino alle innovazioni introdotte dal mondo della ricerca. Online, le interviste, i fatti, gli appuntamenti, novità dalle aziende. -------------------------------------------------------- AgroNotizie è un sito del network di Image Line: www.imagelinenetwork.com -- Soundtrack: Corporate Motivational Inspiring Upbeat & Uplifting by StockSounds via EnvatoMarket-AudioJungle

Fotogallery

12 lug 2018

Fascia di ulivi tra Assisi e Spoleto

L'organizzazione Onu per agricoltura e alimentazione ha inserito i 9mila ettari della fascia olivata tra le due città umbre tra i suoi Globally Important Agricultural Heritage Systems


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner