Veneto Agricoltura: bioenergie a 360°

Tutte le iniziative in materia di bioenergie intraprese dall'Azienda della Regione Veneto per i settori agricolo, forestale e agroalimentare

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

fiore di colza.jpg

Fiore di colza

Crisi energetica e cambiamento climatico legato all'immissione in atmosfera di gas favoriscono il crescente interesse per le fonti energetiche rinnovabili. Tra queste, le biomasse agro-forestali (legno, scarti delle imprese agroalimentari, residui delle potatura, delle deiezioni zootecniche, ecc.) possono risultare decisive per ridurre il consumo di fonti energetiche fossili non rinnovabili (carbone, petrolio, gas, ecc.).
A differenza delle altre fonti energetiche della numerosa famiglia delle rinnovabili, le bioenergie (le energie prodotte dalle biomasse, ndr) esprimono una maggiore e diffusa relazione con il territorio. La produzione e l'approvvigionamento delle materie prime possono e devono coinvolgere attivamente le imprese agricole e forestali locali, contribuendo alla creazione di filiere bioenergetiche, dalle quali le stesse possano trarre opportunità di reddito.
Il legame con il territorio e quindi con le colture energetiche prodotte assume caratteri positivi quando le risorse utilizzate sono state prodotte secondo criteri di sostenibilità ambientale (buone pratiche agricole, tutela della biodiversità, metodi produttivi che rispettino gli equilibri locali del bilancio dei nutrienti del terreno, etc).
Con queste premesse, Veneto Agricoltura, l'Azienda della Regione Veneto per i settori agricolo, forestale e agroalimentare, ha attivato di recente l'Azione Strategica Bioenergia (in breve Asb): sperimentazione, informazione, formazione, divulgazione al servizio del mondo produttivo, per favorire un efficace trasferimento delle conoscenze e delle innovazioni. 
L'Asb prevede, inoltre, attività di sperimentazione e di dimostrazione (seminari, corsi, convegni, giornate in campo, pubblicazioni, etc) sulla produzione e utilizzazione di biocombustibili, con l'obiettivo di valorizzare le risorse ambientali regionali e mettere a punto protocolli colturali ottimali per le imprese venete. Ricordiamo ad esempio i seguenti temi:
Abbiamo riportato in questa nota alcune delle iniziative intraprese nella direzione indicata dalle politiche ambientali europee, nazionali e regionali: il rispetto degli obiettivi fissati dagli accordi internazionali passa attraverso l'impegno di ciascuno, e Veneto Agricoltura, quale azienda pubblica di servizi alle imprese, vuole fare la sua  parte.
 
Per maggiori informazioni e approfondimenti :
Veneto Agricoltura, Sportello di orientamento per le Bioenergie
Viale dell’Università, 14 - Agripolis
35020 Legnaro (Padova)
Tel: 049 8293847.
 
Domande sui temi del Legno-Energia, Biogas e Biocombustibili?
Rivolgetevi allo Sportello Bioenergia, uno staff di esperti è a vostra disposizione  per orientarvi nelle scelte su tali materie.
 
 
A cura di Gaddo Cavenago-Bignami, divulgatore agricolo polivalente dipendente di Veneto Agricoltura - socio di ANTeSIA.

Antesia, l'Associazione Nazionale Tecnici Specialisti In Agricoltura
I soci di Antesia sono dottori agronomi e forestali, periti agrari, agrotenici, tecnologi alimentari che svolgono assistenza tecnica agronomica a centinaia di produttori agricoli e agroalimentari, svincolati dalla vendita di qualsivoglia prodotto materiale alle aziende agricole. Antesia contribuisce alla formazione dei soci ed al loro continuo aggiornamento, promuovendo il reciproco scambio di informazioni, conoscenze ed esperienze di campo. Se vuoi conoscere le iniziative di Antesia, vai su www.antesia.it. Se vuoi diventare socio di Antesia, vai su www.antesia.it

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore: Associazione Antesia

Speciale: Agroenergie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.048 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner