Qual è la situazione aggiornata dell'agricoltura in Italia? Quali sono le evoluzioni e le ultime novità che provengono dal settore primario? A queste e ad altre domande l'Istat prova a dare risposta tramite la diffusione dei primi dati del 7° Censimento generale dell'Agricoltura.

 

Uno dei primi dati di rilievo riguarda la resilienza mostrata dalle aziende agricole rispetto alla pandemia da covid-19. Quest'ultima ha infatti colpito duramente praticamente ogni comparto dell'economia italiana, ma il settore primario ha mostrato di saper tenere botta all'impatto, anche in confronto agli altri comparti produttivi: più di quattro aziende agricole su cinque non hanno subìto un impatto significativo sulle attività a causa del periodo pandemico (colpito solamente il 17,8% delle aziende attive).

 

I principali effetti negativi del covid-19 sull'attività aziendale hanno riguardato le aziende impattate sulla domanda locale (9,2%), quelle impattate nell'organizzazione aziendale (6,5%), e quelle impattate sulla domanda nazionale (4,2%).

 

Altro dato degno di nota emerso dall'ultimo Censimento Istat riguarda l'innovazione. Sono infatti 124.904 le aziende agricole che hanno apportato almeno un'innovazione nel triennio dal 2018 al 2020. Per quanto concerne l'ambito di innovazione, il 41% del totale è stato introdotto nelle coltivazioni, il 10% negli allevamenti, e la restante parte in altre tipologie di innovazioni. Nella graduatoria delle innovazioni in testa si trova la meccanizzazione (27,9%), seguita da innovazioni su impianto e semina (11,5%) e da lavorazione suolo e irrigazione (rispettivamente all'8,8% e all'8,3%).

 

Nel decennio intercensuario (il precedente Censimento è avvenuto nel 2010) è aumentata la quota delle aziende agricole con almeno un'attività connessa (5,7% nel 2020 rispetto al 4,7% del 2010). E, tra le tipologie di attività connesse (sempre nel decennio di riferimento), spiccano l'agriturismo e le attività ricreative sociali che occupano un terzo (33%) del totale delle attività connesse e che hanno avuto una vera e propria impennata rispetto al 2010 (+297%).

 

Questi sono alcuni dei dati rilevanti emersi dal 7° Censimento generale dell'Agricoltura, ai quali vanno aggiunte le evoluzioni fatte registrare tra il 2010 e il 2020 sul numero e la distribuzione delle aziende agricole in Italia, le forme giuridiche, le tipologie di coltivazioni e di allevamenti. La fotografia dell'Istat mette in luce, tra l'altro, le variazioni di numero e ruoli di uomini e donne all'interno delle aziende agricole.

 


"Se ti facciamo domande è perché meriti risposte"
"L'agricoltura conta su di te, fai contare l'agricoltura"
Questo articolo fa parte delle collezioni: