Acqua in agricoltura: il futuro secondo Inea

L'Istituto ha organizzato un workshop a Roma dedicato ai sistemi innovativi per l'irrigazione, tra risparmio idrico ed energia pulita

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

irrigazione-campi-irrigati-by-deyan-georgiev-fotolia-750x562.jpeg

Giovanni Cannata, commissario straordinario dell’Inea: 'Le risorse idriche hanno un ruolo fondamentale per l’agricoltura'
Fonte foto: © Deyan Georgiev - Fotolia

Gestione sostenibile delle risorse idriche e rapporto tra acqua ed energia in agricoltura sono al centro del workshop "Sistemi innovativi per l’irrigazione tra risparmio d’acqua ed energia pulita", organizzato dall’Inea in collaborazione con il Grusi (Gruppo Studi Irrigazione), la Società geografica italiana Onlus e con il patrocinio del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali il 24 marzo 2014.

L’incontro rientra nelle iniziative della Giornata mondiale dell’Acqua istituita dall’Unesco, dedicata quest’anno al tema "acqua ed energia", e rappresenta l’occasione per approfondire l’apporto che la ricerca e le innovazioni tecnologiche forniscono al risparmio idrico in agricoltura e il ruolo dell’irrigazione nella produzione di energie rinnovabili, con un focus particolare sul micro e mini-idroelettrico. Acqua ed energia sono strettamente connesse, in quanto le risorse idriche sono utilizzate per la produzione di energia e al contempo si stima che circa l’8% del consumo energetico a livello globale è utilizzato per il prelievo, il trattamento e la distribuzione di acqua ai diversi utilizzatori.

"Le risorse idriche hanno un ruolo fondamentale per l’agricoltura italiana – spiega Giovanni Cannata, commissario straordinario dell’Inea – e tale consapevolezza ha spinto l’Inea ormai da molti anni a svolgere con continuità ricerche e analisi a supporto delle politiche ambientali, agricole e di settore. Per il secondo anno consecutivo, quindi, l’Istituto partecipa alle celebrazioni della Giornata mondiale dell’Acqua, attraverso l’organizzazione di questo workshop, cogliendo l’occasione di valorizzare e divulgare anche le analisi che svolgiamo sulle energie rinnovabili in agricoltura".

"In particolare, proprio il rapporto tra produzione di energia e uso dell’acqua se non ben analizzato e gestito potrebbe risultare conflittuale in molte aree, soprattutto quelle agricole - continua Cannata - È quindi fondamentale trovare soluzioni che consentano di gestire in modo più efficiente la risorsa idrica e in questo ambito un ruolo particolare hanno le nuove tecnologie volte alla stima del fabbisogno irriguo, che consentono anche un risparmio sui costi energetici delle aziende agricole. Su questi temi l’Istituto lavora attivamente, anche in collaborazione con l’Anbi, l'Associazione nazionale dei consorzi di bonifica, irrigazione e miglioramenti fondiari".

"Contestualmente, è importante incentivare il ruolo che l’irrigazione può avere nella produzione di energia pulita e rinnovabile" conclude Cannata.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 218.204 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner