Energia e calore da olio animale

Tea e Unipeg presentano il progetto dell'impianto di energia alternativa a Mantova

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

bovini al pascolo - sheriff of nothing.jpg
Un impianto per la produzione combinata di energia elettrica e calore alimentato dall'olio ottenuto dal grasso animale proveniente dai sottoprodotti della macellazione bovina.
A questo importante e innovativo progetto stanno lavorando insieme Unipeg, azienda leader in Italia nel settore della macellazione delle carni bovine, e Tea Sei, società del Gruppo Tea di Mantova, che si occupa della realizzazione e gestione di impianti e reti per la produzione e distribuzione del'energia.
L'iniziativa, tra le prime del genere nel nostro Paese, è stata presentata alla stampa dai presidenti delle due società coinvolte, Ildo Cigarini Unipeg e Gian Paolo Tosoni Gruppo Tea.
La centrale di cogenerazione (produzione combinata di energia elettrica e calore) sorgerà presso lo stabilimento Unipeg di Pegognaga e sarà alimentata prevalentemente da un combustibile ottenuto da una fonte energetica alternativa: l'olio animale derivante dalla colatura del sottoprodotto di macellazione a matrice grassa; in alternativa potrà funzionare utilizzando anche l'olio vegetale.
L'impianto produrrà l'energia elettrica e il calore necessari al funzionamento del macello stesso; la quota eccedente di energia elettrica sarà immessa nella rete elettrica nazionale.
Tea, fatte salve tutte le autorizzazioni di legge, si riserva inoltre di utilizzare l'impianto di colatura per la valorizzazione di residui compatibili.
Per la realizzazione della centrale, Unipeg e Tea costituiranno una società di capitali (Newco) detenuta al 50% da ciascuna delle parti.
Quasi superfluo sottolineare la valenza ambientale dell'iniziativa, che consentirà di recuperare i sottoprodotti della macellazione e di utilizzarli, sotto forma di preziosa energia, per il fabbisogno dello stabilimento e per la vendita di energia 'pulita'.
 
Caratteristiche dell'impianto
L'impianto sarà costituito dalla 'sezione di colatura' del grasso bovino (per la produzione dell'olio animale), dalla 'centrale' (motore completo di generatore ed ausiliari) e dal 'parco serbatoi' (per lo stoccaggio dei combustibili).
Per la cogenerazione, è previsto l'utilizzo di un motore endotermico da circa 4 MW alimentato ad olio animale (combustibile ottenuto tramite la 'colatura' del grasso bovino che attualmente è un sottoprodotto di macellazione e lavorazione della carne).
 
Principali dati tecnico-economici:
– investimento: 10.000.000 Euro;
– tempi di realizzazione: 18-20 mesi;
– combustibili utilizzati: olio animale e olio vegetale;
– quantità di grasso animale disponibile per la colatura: 10.000 t/a (pari a circa 7.000 t/a di olio animale);
– potenza elettrica/termica del motore: 3,8 MWe/3,5 MWt;
– energia elettrica prodotta: 27.000.000 kWh/a.

Fonte: Gruppo Tea

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.670 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner