L'occasione fa l'uomo ladro

A seguito dell'aumento dei crimini che colpiscono il mondo rurale, il sindacato agricolo del Regno Unito ha realizzato un apposito numero verde per poter fare una segnalazione anonima

trattore-campo-emissioni-by-antbphotos-fotolia-750.jpeg

Discariche abusive di rifiuti, corsa alla lepre, furto di bestiame e di macchine sono i principali quattro reati tenuti in considerazione dal servizio
Fonte foto: © antbphotos - Fotolia

Non bastava la Brexit a turbare il sonno degli agricoltori britannici. Ora anche l'aumento dei crimini che colpiscono il mondo rurale rappresenta una minaccia, tanto da spingere la National farmers union (Nfu), il sindacato agricolo del Regno Unito, a realizzare un numero verde per segnalare i reati in maniera anonima.

Secondo quanto affermato dalla Nfu "il crimine rurale è in aumento ed è un problema serio per gli agricoltori, le imprese e coloro che vivono nelle campagne. Che si tratti di discariche abusive, inseguimento illegali delle lepri, furto di bestiame o di macchinari, la criminalità rurale ha effetti devastanti sulle aziende agricole e su altre attività rurali".
Una grande preoccupazione per gli agricoltori, anche alla luce del fatto che, molto spesso, i responsabili di tali reati sono anche sospettati di avere legami con la criminalità organizzata. "È fondamentale - afferma la Nfu - che li consegniamo alla giustizia".

Il servizio è stato presentato lo scorso ottobre ai parlamentari in un evento a Westminster, con l'invito di incoraggiare i contribuenti a utilizzare il numero verde 0800 783 0137 o visitare questo sito per fornire informazioni in forma anonima su quattro reati, in particolare. Eccoli indicati nel dettaglio dalla Nfu.

Le discariche abusive di rifiuti, che avvengono solitamente sui terreni agricoli. Nel 2015-2016 ci sono stati 936mila episodi di abbandono, con un aumento del 4% rispetto all'anno precedente. I rifiuti possono anche essere pericolosi per la salute umana, la fauna selvatica e il bestiame e richiedere molto impegno per la rimozione. Quando l'abbandono avviene su terreni privati, è responsabilità del proprietario rimuovere i rifiuti scaricati, spesso a un costo elevato.

La corsa alla lepre è la ricerca delle lepri con i cani, pratica spesso legata alle scommesse. Si svolge su aree di terreno pianeggiante e aperto, dove i cani possono facilmente e visibilmente inseguire la lepre. In genere viene eseguito da grandi gruppi di persone che percorrono lunghe distanze. È illegale ai sensi della legge sulla caccia, ma ha anche altri impatti. Ad esempio, le recinzioni e i cancelli possono essere danneggiati dai veicoli che cercano di ottenere forzatamente l'accesso alla terra.

Il furto di bestiame può essere un'attività criminale redditizia, per i buoni prezzi che spesso possono essere ottenuti per bovini e ovini. Tale reato comporta significative perdite finanziarie e può anche avere ulteriori impatti sull'azienda, come la perdita di riproduttori.

Furto di macchine: le macchine agricole sono spesso costose e l'azienda dipende da esse. Ad esempio, un trattore rubato potrebbe significare che i raccolti non possono essere raccolti o che il bestiame, senza un carro miscelatore, non può essere alimentato. Non esiste un grande mercato per le macchine agricole usate nel Regno Unito, quindi gli articoli di alto valore possono spesso essere rubati per essere spediti all'estero. È capitato in passato che gli agricoltori, che hanno provato a difendere i propri mezzi, siano stati aggrediti.

La Linea di segnalazione del crimine rurale dedicata per fornire informazioni in modo anonimo su uno dei quattro tipi di crimine elencati va utilizzata - informa la Nfu - dopo che il crimine è stato commesso.
Se, invece, è in corso un crimine, c'è un'emergenza, vi sono situazioni di pericolo per la vita o quando viene usata la violenza, bisogna invece chiamare immediatamente il 999.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore: Redazione Agronotizie

Tag: rifiuti agricoltura nel mondo furti in campagna

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.536 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner