Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

'Contadino' è una bella parola

Alla Fabbrica italiana contadina (Fico) la narrazione del cibo passa dagli chef agli agricoltori: era ora

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

logo-fondazione-fico-eataly-world-fonte-fondazione-fico.jpg

L'aggettivo in Italia è stato usato in passato anche in maniera offensiva
Fonte foto: Fondazione Fico

Il 15 novembre, a Bologna, abbiamo inaugurato la Fabbrica italiana contadina, già molto nota come Fico.
Si tratta, come ha detto qualcuno, della disneyland del cibo.

Attenzione però: solo e unicamente cibo made in Italy.  
Un'area dove la narrazione va dal campo alla forchetta. I numeri sono impressionanti, basti dire che la superficie è di 100.000 metri quadri di cui 80.000 completamente coperti. Ma qui noi non vogliamo far meraviglie di quello che presumibilmente diventerà il baricentro, il ganglio vitale, la show room dell'agricoltura e dell'agroindustria nazionale.

Noi vogliamo parlare del concetto dell'operazione.
A partire dal nome, dove è evidente l'aggettivo 'Contadina' (con la C maiuscola). Perché è l'ora di sdoganare questo termine, che in Italia è stato usato in passato anche in maniera offensiva. Non dimentichiamo che c'è stato un periodo in Italia, neanche tanto remoto, in cui i Contadini (continuiamo a usare la C maiuscola) facevano fatica a trovare moglie. In cui si vergognavano della propria professione, la più nobile peraltro.

Non siamo qui a fare una analisi storica o sociologica, non è il nostro mestiere.
Siamo però certi che il rilancio dell'agricoltura italiana passa dal ritrovamento di una nuova dignità e orgoglio della professione.

In Francia, tanto per fare un esempio, paysan è un aggettivo qualificativo di alto pregio: lo sta diventando anche in Italia.
Oggi fare gli agricoltori, o meglio i contadini, è cool, è di moda, è un mestiere sempre più appetito anche dai giovani. E questa è una svolta storica.

A Fico si cercherà di narrare l'agricoltura non la gastronomia. Dopo anni in cui si è fatto parlare di cibo solo i cuochi (che sono diventati star) l'intenzione è di far parlare chi il cibo lo produce veramente: i contadini.
Che speriamo diventino star (se lo meritano).
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare made in italy lavoro FICO Eataly World

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia
Irritec

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 14 dicembre a 134.508 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy