Le macchine irroratrici, con un centro di gravità più alto rispetto ad altre attrezzature, lavorano in campo e si spostano su strada con carichi molto elevati.

Spesso operano tra filari stretti in vigneti, frutteti, oliveti o su colture di varie altezze che si trovano su terreni diversi e con inclinazioni differenti. Ad esempio, in un meleto di montagna bisogna trattare in spazi ristretti e affrontare salite, discese, oscillazioni dovute al liquido trasportato, terreni scivolosi o aridi.

 

Il funzionamento corretto e il rendimento generale delle irroratrici dipendono da molteplici fattori, in particolare dalla scelta del pneumatico giusto. È fondamentale selezionare il modello in funzione del tipo di lavoro, del periodo, dell'ambiente e dell'allestimento della macchina.

 

BKT aiuta gli operatori nella scelta offrendo alcuni suggerimenti per l'aumento del comfort alla guida delle macchine irroratrici e consigliando i pneumatici più indicati per i trattamenti fitosanitari.

 

Occhio alla pressione di gonfiaggio

La corretta impostazione della pressione dei pneumatici riduce al minimo il disagio durante la guida. Se la scelta cade su prodotti row crop, BKT suggerisce di usare pneumatici VF (Very High Flexion) che presentano una capacità di carico maggiore del 40% alla stessa pressione dei modelli standard di pari dimensione. I pneumatici VF assicurano anche vibrazioni minimizzate durante il trasporto.

 

BKT Agrimax Spargo con tecnologia VF

BKT Agrimax Spargo con tecnologia VF

(Fonte foto: BKT)

 

Una volta montati i modelli row crop bisogna impostare la pressione di gonfiaggio in base al peso totale da sopportare e prevedere controlli periodici più frequenti rispetto agli altri pneumatici agricoli, più larghi.

 

Effetto bouncing, come si genera?

Il fianco non alto dei pneumatici row crop determina raramente il bouncing, saltellamento tipico dei modelli standard durante il trasporto su strada. Tuttavia, se si verifica il bouncing è importante identificare le origini dello spiacevole effetto.

 

Il saltellamento si innesca quando la frequenza critica del pneumatico, per effetto della velocità, si scontra con la frequenza propria della macchina. In questo caso, un tecnico dovrà leggere, con strumenti adeguati, le armoniche provocate della flessione del fianco dei prodotti. Da segnalare che i nuovi trattori capaci di superare i 30 chilometri orari hanno ammortizzatori sull'asse anteriore per l'assorbimento delle frequenze critiche e l'eliminazione del bouncing.

 

A basse velocità, le cause del saltellamento possono essere un alloggiamento scorretto dei pneumatici sul cerchio o piccole imperfezioni di ortogonalità in uno o due elementi che compongono la ruota. Quando due imperfezioni si sommano generano il bouncing. Il fenomeno si risolve con un matching di pneumatico e cerchio da parte di un tecnico esperto che compensa le imperfezioni, anche per via manuale.

 

Misure legate agli spazi

Le misure e le tipologie di pneumatici per irroratrici variano in funzione della larghezza e dell'altezza delle diverse colture su cui le macchine intervengono. Nel caso di trattamenti in spazi interfilare stretti occorre selezionare pneumatici con larghezze ridotte.

 

BKT Agrimax RT855 destinato alle macchine irroratrici

BKT Agrimax RT855 destinato alle macchine irroratrici

(Fonte foto: BKT)

 

Se invece l'irrorazione avviene in campo aperto, ad esempio negli appezzamenti di mais con interfila di 75 centimetri, è necessario montare pneumatici con una larghezza tale da non provocare danni alle piante. In altre situazioni, quando si vuole compattare meno il suolo, è consigliabile usare pneumatici di maggior volume che permettono una buona capacità di carico e una ridotta pressione di gonfiaggio.

 

Pneumatici BKT, adatti a irroratrici e trattrici

I pneumatici dell'Azienda assicurano un ridotto compattamento del terreno, ma anche un elevato comfort operativo, notevoli stabilità e trazione. Oltre a garantire risparmi di tempo, carburante, denaro e grande durabilità sugli sprayer semoventi, i modelli sono utilizzabili anche su trattori abbinati ad irroratrici per i trattamenti in vigneto o in pieno campo.

 

I trattori specializzati con potenze contenute necessitano di pneumatici stretti, dai 16 ai 28 pollici, per trattare filari vicini tra loro. Diversamente, i modelli più potenti da campo aperto richiedono pneumatici dai 28 pollici in su.

 

In alcuni casi, il montaggio di pneumatici gemellati sull'asse posteriore permette di distribuire meglio il carico e, al contempo, passare tra i filari della coltura. Più il pneumatico è largo, più è adatto a proteggere il terreno dalla compattazione.

Quattro star dell'irrorazione

La punta di diamante BKT per le irroratrici è Agrimax Spargo, linea di pneumatici row crop con tecnologia VF che consente il trasporto di un carico più pesante con una pressione ridotta. Declinata in sette misure (dalla VF 380/85 R 38 alla VF 480/80 R 50), la linea è molto performante sia su campo sia su strada grazie a un numero più elevato di ramponi che migliora l'uniformità di marcia. Inoltre, si distingue per le eccellenti doti di trazione e stabilità.

 

BKT offre anche i pneumatici radiali row crop Agrimax RT 955 in ben 23 misure. Si tratta di modelli con ottime capacità di carico, trazione e autopulitura, ideali per i trattamenti fitosanitari in diversi contesti.

 

BKT Agrimax RT 955 ideale per l'irrorazione

BKT Agrimax RT 955 ideale per l'irrorazione

(Fonte foto: BKT)

 

Con caratteristiche simili, gli Agrimax RT 945 (otto misure) presentano un battistrada stretto per proteggere le colture e un'elevata capacità autopulente per non lasciare residui durante gli spostamenti su strada.

Infine i modelli radiali Agrimax RT 855, disponibili in 47 misure, abbinano l'elevata capacità di carico alla ridotta compattazione, risultando ideali per l'irrorazione e per il trasporto combinato su strada e su campo.

bktsprayerapplication3.jpg
I pneumatici BKT per irrorazione si adattano ad ogni terreno e operazione Fonte foto: BKT Europe