Uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, indicatori e targets quantitativi

I risultati del seminario organizzato da OPERA a Bruxelles per presentare il documento di raccomandazione sulla selezione degli indicatori di rischio e degli obiettivi quantitativi per soddisfare la direttiva sulla sostenibilità

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

20110201_opera_seminario-uso sostenibile.jpg

Bruxelles, seminario organizzato dal Centro di Ricerca OPERA

Il 27 gennaio scorso il Centro di Ricerca OPERA ha organizzato a Bruxelles un seminario per presentare il documento di raccomandazione sulla selezione degli indicatori di rischio e degli obiettivi quantitativi per soddisfare la direttiva sulla sostenibilità.

Hanno partecipato al seminario le Autorità degli Stati membri.
La tavola rotonda che ha seguito la presentazione del rapporto, è stata condotta con il contributo della di Patrizia Pitton, rappresentante la Commissione europea DG SANCO, di Luc Peeters, presidente del gruppo di lavoro Copa-Cogeca, sulle problematiche fitosanitarie e del professor Ettore Capri, direttore di OPERA Research Center.

La direttiva comunitaria 128/2009 impone agli Stati membri di sviluppare un quadro legislativo e un Piano d'azione nazionale (Pan) con l'obiettivo di ridurre i potenziali rischi associati all'uso degli agrofarmaci.
Il seminario di OPERA ha focalizzato la sua attenzione sull’obiettivo fondamentale di aiutare le autorità degli Stati membri per definire un sistema per misurare, passo dopo passo, i miglioramenti fatti per la riduzione del rischio, a seguito dell'attuazione della direttiva e del suo Nap (National plan for agriculture) corrispondente.

Le linee guida di OPERA per il documento di implementazione presentato dal professor Capri propongono di considerare un toolbox, pragmatico e facile da implementare, di misure, indicatori e obiettivi quantitativi per ridurre i rischi associati all'impiego di agrofarmaci.

Durante l’intervento a nome della Commissione, Pitton ha posto l’accento sull'importanza della relazione e dell’approccio innovativo di OPERA riguardo agli indicatori nel monitorare i progressi compiuti per la riduzione del rischio. Ha anche ricordato la rilevanza di un approccio armonizzato e la difficoltà di raggiungere un equilibrio tra aspetti tecnici, approccio pragmatico e risorse che possono essere utilizzate per il monitoraggio.
E ' quindi importante raggiungere un equilibrio tale da garantire la visibilità e la comunicazione con gli agricoltori e con il grande pubblico sui progressi maturati.

Peeters, nel suo intervento, ha sottolineato che le autorità dovrebbero fornire soluzioni praticabili agli agricoltori e quindi creare una struttura che, tramite gli indicatori, possa comunicare all’intera società – compresi i consumatori, residenti ed astanti - i progressi raggiunti attraverso buone e sostenibili pratiche agricole.

Gli indicatori e gli obiettivi dovrebbero anche aiutare le autorità nel processo di sviluppo legislativo.
Peeters ha inoltre espresso la sua soddisfazione per l'approccio di OPERA riguardo alla consultazione multi-stakeholder nello sviluppo delle raccomandazioni.

Sono state sollevate domande dal pubblico in merito alla scelta dell’utilizzo del metodo di calcolo basato sullo sviluppo di indicatori e la valutazione pragmatica delle differenti misure di riduzione del rischio, come proposto da OPERA.
Il Panel ha risposto che entrambe le soluzioni dovrebbero essere prese in considerazione in futuro: come si dovrà trovare un equilibrio tra costi e benefici, allo stesso modo si dovrà anche trovare un equilibrio tra modelli teorici e metodi pragmatici per creare indicatori.
In generale, il rapporto è stato ben accolto dal pubblico e OPERA è stata incoraggiata a continuare il suo lavoro: fornire sostegno e soluzioni pragmatiche per costruire un sistema agricolo sostenibile in Europa.
 

Per scaricare il Report completo clicca qui

OPERA - European Observatory on Pesticide Risk Analysis

Opera  - European Observatory on Pesticide Risk Analysis - sostenibilità in agricoltura

www.opera-indicators.eu

Le recenti riforme europee della politica agricola comune e delle politiche ambientali sono un opportunità unica per migliorare la qualità di vita dei cittadini europei a condizione di una produzione agricola efficiente e moderna.

OPERA è un organismo accademico indipendente che intende contribuire allo sviluppo delle migliori pratiche agro-ambientali, assistere l'implementazione delle migliori idee e divulgare i migliori risultati delle ricerche. L'obiettivo di OPERA è quindi fornire raccomandazioni a tutti i decisori, dagli imprenditori agli amministratori del territori, al fine di migliorare l'efficacia delle politiche agricole in tutta l'Europa.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.848 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner