Cambiamenti climatici e virosi emergenti: il caso del pomodoro e di altre ortive

Il prossimo 6 marzo alle 18.00 all'Hotel San Luca di Battipaglia (Sa). Seguirà l'Assemblea dei soci di Antesia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

pomodoro-da-industria-pomodori-by-murasal-fotolia-750.jpeg

Battipaglia (Sa), 6 marzo 2018
Fonte foto: © murasal - Fotolia

Il 6 marzo prossimo si terrà alle ore 18.00 all'Hotel San Luca di Battipaglia (Sa) l'incontro tecnico intitolato "Cambiamenti climatici e virosi emergenti: il caso del pomodoro e di altre ortive" tenuto da Giuseppe Parrella, virologo dell'Istituto per la protezione sostenibile delle piante del Cnr, sezione di Portici (Na).

Le competenze del virologo Parrella riguardano la diagnosi e la caratterizzazione biologico-molecolare di fitovirus e viroidi con specifico riferimento a quelli responsabili di malattie in piante orticole e ornamentali; lo studio delle interazioni tra pianta-virus-vettore, in particolare nel sistema pomodoro-begomovirus-Bemisiatabaci; la ricerca di fonti di resistenza a virus e la selezione di linee resistenti, in particolare di pomodoro; lo sviluppo di sistemi di diagnosi molecolare per l’identificazione di fitovirus e viroidi.

I cambiamenti climatici in corso hanno un impatto diretto sulla maggior parte delle produzioni agricole mondiali e possono ulteriormente incidere aggravando il danno inflitto dai parassiti alle colture. Nel caso dei fitovirus ad esempio, essi stanno creando le condizioni favorevoli per l’espansione geografica e la rapida diffusione di virus e vettori, coadiuvati in questo anche dagli scambi commerciali internazionali.
 
Come conseguenza, da qualche hanno si registrano con una certa frequenza epifizie o vere e proprie epidemie virali in diverse aree geografiche del globo, mentre malattie ad eziologia complessa, dovute all’instaurarsi di nuove combinazioni di parassiti, sembrano emergere sempre più spesso. I cambiamenti climatici influenzano la risposta delle colture anche nei confronti dei virus indigeni, esacerbando talora i sintomi o vanificando l’efficienza delle resistenze.
 
Il seminario illustrerà alcuni esempi, registrati in pomodoro e altre ortive, di epifizie di virus introdotti di recente o da tempo presenti nel territorio e attribuibili in varia misura ai cambiamenti climatici in corso.

L'incontro è aperto a tutti gli interessati; seguirà l'assemblea ordinaria di Antesia riservata ai soci.

Scopri i dettagli dell'incontro tecnico sui cambiamenti climatici e le virosi nel caso del pomodoro e di altre ortive

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.678 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner