Diabrotica: in Lombardia filo diretto via sms con gli agricoltori

L'assessore regionale all'Agricoltura Fava: "Servizio gratuito per consentire servizi più tempestivi"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mais-pannocchie-granoturco-by-denis-tabler-fotolia-750x502.jpeg

Per accedere al servizio bisogna iscriversi sul sito di Ersaf
Fonte foto: © Denis Tabler - Fotolia

Il Servizio fitosanitario di Regione Lombardia mette a disposizione per il quinto anno consecutivo le comunicazioni gratuite sul cellulare con le indicazioni del "Bollettino Diabrotica". Con importanti novità, a partire appunto dalla possibilità di ricevere direttamente sul telefonino le informazioni utili per individuare le migliori strategie per contrastare l'insetto. Per accedere al servizio bisogna iscriversi sul sito di Ersaf.

Difesa fitosanitaria a basso impatto
Dal 2014 la Diabrotica virgifera non è più considerata, sul piano legislativo, un organismo da quarantena, come stabilito dalla Commissione europea. Inoltre, il Piano di azione nazionale, redatto in applicazione della direttiva comunitaria 128 del 2009 sull'uso
sostenibile dei prodotti fitosanitari, ha introdotto l'obbligo per tutti i produttori di effettuare una difesa a basso apporto di prodotti fitosanitari. Ciò si traduce nel rispetto dei criteri della difesa fitosanitaria integrata, oppure nel rispettare quanto previsto dalle norme comunitarie sull'agricoltura biologica.

Assicurare la salubrità del mais
"Regione Lombardia, attraverso una rete integrata di soggetti - spiega l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava - offre strumenti utili al mondo agricolo per gestire la coltura del mais nel rispetto della sicurezza e della salubrità del prodotto, requisiti imprescindibili per le produzioni agricole destinate all'alimentazione zootecnica e umana". Operativamente, i dati meteo forniti da Arpa (Agenzia regionale protezione ambiente) sono rilevati da 13 stazioni distribuite su tutta l'area maidicola regionale, ognuna della quali è stata considerata come riferimento per una specifica zona.

Monitoraggio settimanale
Per fornire le informazioni sulla comparsa prevista delle prime larve e dei primi adulti è stato utilizzato, come negli anni precedenti, il modello previsionale denominato "Davis". Inoltre, sono state scelte 50 stazioni pilota nelle quali è stato attivato un monitoraggio aziendale e dalle quali i dati sono inviati settimanalmente al comitato di redazione, che da quest'anno - altra novità - vede la partecipazione dei tecnici del Servizio fitosanitario di Regione Lombardia, di Ersaf, Arpa, Condifesa di Brescia, Coprov e Aral.

Bollettino diabrotica
Le indicazioni fornite dal bollettino devono essere considerate assieme a un'accorta valutazione del rischio fitosanitario sulla singola azienda. Per questo motivo, nel nuovo layout del "Bollettino Diabrotica" è previsto l'accesso diretto al volume Diabrotica del mais: Istruzioni tecniche per la gestione aziendale, con tutte le informazioni su come realizzare il monitoraggio aziendale e gli
approfondimenti sulla biologia dell'insetto e sui metodi di controllo.

Per informazionidiabrotica@ersaf.lombardia.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 218.191 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner