Agricoltura 4.0, macchine e attrezzature trainano il mercato

In Italia il mercato dell'agricoltura 4.0 cuba 450 milioni di euro, con il settore meccanico a farla da padrone. Ma non mancano aziende emergenti e outsider

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

agricoltura-digitale-smartphone-internet-by-theerapong-fotolia-750.jpeg

L'Osservatorio Smart AgriFood è nato dalla collaborazione tra School of management del Politecnico di Milano e Laboratorio Rise (Research & innovation for smart enterprises) dell'Università degli studi di Brescia (Foto di archivio)
Fonte foto: © Theerapong - Fotolia

L'agricoltura 4.0 sta lentamente diventando una realtà nelle aziende agricole italiane. L'utilizzo di strumenti per l'agricoltura di precisione, come la guida satellitare, insieme alle tecnologie di smart farming, come i software gestionali o analytics, permettono infatti una raccolta automatica dei dati, la loro integrazione e analisi sia all'interno dell'azienda agricola, che in tutta la filiera.

Grazie alla raccolta, condivisione e analisi dei dati è possibile ottenere una produzione più soddisfacente sotto il profilo economico, ma anche più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale. Secondo i dati 2019 forniti dall'Osservatorio Smart AgriFood d'altronde, il mercato dell'agricoltura 4.0 a livello globale vale 7,8 miliardi di euro e in Italia 450 milioni, con una crescita del 22% rispetto al 2018 (e un +270% 2018 su 2017).

Ma chi sviluppa le soluzioni di agricoltura 4.0? Secondo i dati dell'Osservatorio Smart AgriFood, di cui Image Line è partner, per l'86% sono attori già ben affermati nell'agribusiness, come i costruttori di macchine agricole e di attrezzature (pari al 77%), oppure chi fornisce input produttivi (agrofarmaci, sementi, fertilizzanti, etc.). Il restante 14% è caratterizzato da imprese emergenti, come le startup, oppure da soggetti estranei al mondo dell'agricoltura che sfruttano il know-how acquisito in altri settori per proporre soluzioni, principalmente digitali, alle aziende agricole.

Gli attori tradizionali trainano il mercato
Clicca sull'immagine per ingrandirla

La preponderanza dei costruttori di macchinari si riflette anche nelle soluzioni proposte dal mercato. Il 39% delle soluzioni tecnologiche è infatti rappresentato da sistemi di monitoraggio e controllo dei mezzi e delle attrezzature, mentre un 14% da macchinari 'nativamente' connessi. Risulta evidente come la componente di precision farming sia quella più sviluppata e adottata dalle imprese agricole, che possono toccare nel breve periodo i ritorni economici sulle produzioni.

Anche i sistemi di monitoraggio da remoto di coltivazioni e terreni (10%) e i sistemi di mappatura (9%) consentono una gestione 'di precisione' del campo. Mentre il 20% del mercato rappresentato dai software gestionali deve essere letto come 'abilitante' rispetto ad una gestione 4.0 delle produzioni.

L'incidenza delle soluzioni tecnologiche
Clicca sull'immagine per ingrandirla


Il percorso di innovazione delle aziende

Ogni azienda agricola ha le sue peculiarità e un suo percorso di adozione dell'innovazione che varia molto da caso a caso. Ma considerando le aziende seminative o che abbinano agricoltura e allevamento vediamo che il percorso di innovazione passa all'inizio dall'adozione di macchinari e attrezzature 'di precisione' (guida automatica e seminatrici di precisione) che apportano un beneficio economico veloce e tangibile.

I dati prodotti e stratificati negli anni vengono poi utilizzati grazie a piattaforme digitali (come i software gestionali) per una gestione a rateo variabile degli input basata su mappe di produzione (ottenute grazie a sensori di carico) e mappe satellitari, utili anche per il monitoraggio in-time delle colture. Le aziende più evolute adottano poi sensoristica dedicata (come i tensiometri) per avere nuove fonti di dati e ottimizzare ancora di più le produzioni.

Solo successivamente i dati raccolti in azienda vengono integrati con quelli provenienti da altri soggetti della filiera e condivisi per produrre valore. E' questo il vero paradigma dell'agricoltura 4.0. Un passaggio complesso da attuare che tuttavia promette di riservare i maggiori benefici, anche nel lungo periodo.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agricoltura di precisione agricoltura digitale agricoltura 4.0

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.803 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner