Biostimolanti in agricoltura, 5 parole per uno sguardo al futuro

Un settore in grande evoluzione, raccontato in diretta da Image Line, grazie ad AgroNotizie e Fertilgest, durante il congresso mondiale di Barcellona

Cristiano Spadoni di Cristiano Spadoni

biostimolanti-in-agricoltura-parole-congresso-mondiale-by-fertilgestcom.jpg

Il congresso si è tenuto a Barcellona, dal 18 al 21 novembre 2019

Oltre 1.600 partecipanti, 4 giorni di incontri e approfondimenti tecnici, un connubio proficuo fra ricerca pubblica e privata: tratti distintivi del Biostimulants World Congress organizzato da New Ag International in partnership con Ebic, European biostimulants industry council.
Lo staff di Image Line ha raccontato in diretta l'evento, dal 18 al 21 novembre, attraverso i social network di AgroNotizie (Twitter in primis, puoi leggere tutti i post pubblicati qui).

Lo staff di Fertilgest, il portale dedicato a nutrizione e biostimolanti, ha selezionato durante il congresso 5 parole (e 5 link) che riassumono alcuni dei trend relativi al comparto e le prossime iniziative programmate.

Atene
La città ospiterà il prossimo congresso europeo sui biostimolanti, organizzato da New Ag International con il supporto di Ebic. L'annuncio è stato dato a Barcellona e conferma l'interesse degli operatori europei per questo settore. Saranno gli Stati Uniti, invece, ad ospitare la quinta edizione del congresso mondiale.
 
Claim
"Justifying plant biostimulants claims: boundaries and credibility" è il titolo dell'intervento di Manuele Ricci, agronomy manager di Lallemand Plant Care, che in rappresentanza di Ebic ha presentato il lavoro di analisi e confronto che ha dato vita alla pubblicazione sull'importante rivista scientifica Frontiers in plant science.
Nell'opera e nella relazione di Ricci vengono presentate le linee guida proposte per giustificare l'indicazione di precisi effetti e risultati dell'applicazione dei biostimolanti. Dall'implementazione di un "Trial study plan" ai "Control data": una disamina approfondita di un approccio che ha il vantaggio di dare informazioni chiare e corrette alla filiera, fino agli utilizzatori finali.
 
Microbiota
Avevamo già segnalato i possibili sviluppi dello studio del microbiota nell'ambito delle produzioni vegetali: "Le potenzialità sono enormi, ad esempio nel campo dei biostimolanti. La sfida è quella di individuare, isolare e studiare i batteri 'buoni' per poi farli riprodurre e applicarli alle colture. I biostimolanti hanno lo scopo di difendere le piante dagli stress abiotici, come il caldo, la mancanza di luce o la siccità. Ma anche aumentare la capacità di assorbimento dei nutrienti o migliorare la qualità della produzione".
Leggi "Che cos'è il microbiota e perché è importante in agricoltura".
Nel keynote speech di Davide Bulgarelli, principal investigator at the division of plant sciences at University of Dundee, Regno Unito, ha analizzato il tema, di cui è possibile leggere dettagli in questo paper scientifico.
 
Post-raccolta
Un obiettivo ambizioso ma al tempo stesso concreto per l'identificazione di percorsi di sviluppo di nuovi biostimolanti è il mantenimento di qualità dell'ortofrutta nel post-raccolta. Jordi Giné-Bordonaba dell'Irta, Institute of agrifood research and technology, ha approfondito questo tema; vari studi sono disponibili online per meglio comprendere la portata dell'approccio: "Interplay between hormones and assimilates during pear development and ripening and its relationship with the fruit postharvest behaviour" o "Double-sided battle: the role of ethylene during Monilinia spp. infection in peach at different phenological stages".
 
Standardizzazione
Tema chiave dei prossimi due anni, a partire dall'approvazione del nuovo regolamento sui fertilizzanti che chiaramente definisce anche i biostimolanti microbici e non-microbici fino alla sua entrata in vigore, il processo di definizione degli standard è stato presentato da Benôit Planques, già relatore al convegno svoltosi recentemente presso l'Università di Piacenza.
"Regole chiare e condivise dalla produzione ai field trials, fino all'utilizzatore finale, offrono al mercato certezza, trasparenza e sicurezza nell'implementazione di prodotti e nel loro impiego".
 

La parola alle aziende

Ricerca pubblica e centri di R&D privati percorrono strade parallele e molto spesso vari tratti sono condivisi. Abbiamo quindi scelto altre parole che nascono da questo connubio, aggiungendo i link per ulteriori approfondimenti. (nota: sono presenti richiami ad aziende espositrici e/o sponsor del congresso).
 
Amminoacidi
Uno studio comparativo che analizza l'origine di materie prime di biostimolanti (Terra-Sorb) è stato presentato da Bioiberica (soluzioni tecniche disponibili in Italia grazie a Lea)

 

Ascophyllum nodosum

Dalla ricerca Acadian, queste alghe sono note per le proprietà fitostimolanti. Crescono in Canada, sulle coste del Nord Atlantico nella regione Nuova Scozia, in ambienti soggetti a condizioni estreme di stress che nel tempo le ha costrette a sviluppare proprietà di sopravvivenza uniche. Di conseguenza sono ricche di sostanze antistress quali osmoprotettori come betaine, agenti chelanti naturali (mannitolo e acido alginico), precursori e stimolatori della produzione endogena di fitormoni (es citochinine), polisaccaridi che possono indurre resistenza ad avversità e stress ambientali, nonché aminoacidi e microelementi.
Maggiori dettagli su https://agronotizie.imagelinenetwork.com/fertilizzanti/2019/05/09/togglesupregsup-e-acadiansupregsup-mpe-biostimolanti-a-base-di-alghe/62922


biostimulant.com
Presentato nell'area di Italpollina, il nuovo portale dedicato alla ricerca ed alla divulgazione nel mondo dei biostimolanti.

Colture estensive
Non solo ortofrutta. È Adriatica a porre sotto i riflettori nuove soluzioni per graminacee e soia.
Microalghe
Un orizzonte aperto, con la specializzazione di AlgaEnergy - Agrialgae.

 

Stress idrico e transcrittomica
Questo il focus delle anteprime di Valagro:

 

Stress salino
Approfondimenti nel catalogo Compo Expert e nel poster presentato a Barcellona
 

 

Tannini
Scopri il poster di Green Has Italia:

 

Tecnologia
Tre diverse tecnologie presentate tramite un filmato in 3D nello stand Upl per conoscere come stimolare il potenziale delle piante.
Per ulteriori informazioni, puoi accedere alle pagine dedicate ai biostimolanti su Fertilgest.
Si ringrazia Silc Fertilizzanti per il supporto nella redazione della pagina dedicata alla normativa.
 

Prossimo appuntamento

Invitiamo a segnare in agenda il 31 gennaio 2020, quando a Veronafiere-Fieragricola, a partire dalle ore 15, si svolgerà il "Focus biostimolanti2 - Ricerca & Soluzioni" organizzato da Image Line.

Iscriviti per restare aggiornato e scopri in anteprima il programma

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: convegni innovazione ricerca biostimolanti