Dal biocontrollo ai nanosatelliti, ecco le 17 startup del World Agri-Tech 2021

Sono 17 le startup che presenteranno le proprie idee rivoluzionarie durante il World Agri-Tech Innovation Summit, l'evento che porta a Londra, anche se virtualmente, aziende, investitori e ricercatori da tutto il mondo. Appuntamento il 28 e 29 settembre prossimi

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

brett-begemann-bayer-wat-750x500.jpg

Un momento dell'edizione 2019 del World Agri-Tech
Fonte foto: Agronotizie

Sono 17 le startup che sono state selezionate per illustrare le proprie idee rivoluzionarie durante il World Agri-Tech Innovation Summit, l'evento che ogni anno riunisce a Londra (28-29 settembre) e a San Francisco (22-23 marzo 2022) gli innovatori di tutto il mondo. I team creativi avranno l'opportunità di parlare, anche se virtualmente, davanti ad una platea di oltre 800 tra investitori, manager di aziende ed esperti del settore.

Il World Agri-Tech si conferma così come l'evento da non perdere per chi desidera scoprire il futuro dell'agricoltura. Oltre alle startup, sul palco, che quest'anno prevede anche delle sessioni live a Londra, si terranno speech e tavole rotonde con i principali player del settore primario a livello globale. Un'occasione per capire dove sta andando l'agricoltura ed entrare in contatto con i top player a livello globale.
 


Le 17 startup del World Agri-Tech Innovation Summit

Ma quali sono le startup che si alterneranno sul palco? Si inizia il 28 settembre con il London Live Showcase, nell'ambito del quale quattro startup (descritte di seguito) presenteranno live le loro idee a investitori di Astanor Ventures, Blue Horizon, Wheatsheaf Group e Rockstart.

Bio-F Solutions sfrutta la potenza dei microrganismi per produrre biofertilizzanti a base di alghe adatti per l'agricoltura biologica e convenzionale nonché per i sistemi idroponici. DogTooth sviluppa robot intelligenti utilizzando la computer vision e il machine learning per la raccolta di frutti molli (come fragole, mirtilli, etc.). Muddy Machines crede che il futuro della robotica in agricoltura passi da robot autonomi che operano in sciami su larga scala. Glaia sviluppa prodotti a base di nanomateriali che migliorano la fotosintesi delle piante, aumentando i raccolti in modo sostenibile.

Il 29 settembre prossimo invece si terrà la finale del Syngenta Innovation Challenge, a cui hanno partecipato ben cento startup ma che ha visto la vittoria di soli tre team che avranno la possibilità di raccontare la loro storia davanti alla platea del World Agri-Tech e potranno avvantaggiarsi della mentorship di Syngenta.

FA Bio (FungiAlert) sfrutta la risposta microbica del suolo agli stress biotici e abiotici per creare principi attivi per i prodotti agricoli (biocontrollo, biofertilizzanti e biostimolanti) e ripristinare la biodiversità dei suoli degradati. Locus Ag ha creato una tecnologia innovativa per fornire cocktail microbici freschi, personalizzati e ad alta potenza per una gestione efficace delle colture e delle piante. Intrinsyx Bio ha creato microbi endofiti che fissano l'azoto atmosferico, riducendo la necessità di concimare le piante.

Sempre il 29 settembre quattro startup presenteranno le proprie idee davanti ai "dragons" di ICL Planet e Cultivian Sandbox Ventures.

Vivid Machines è in grado di "digitalizzare" la produzione nelle colture protette, migliorando e automatizzando flussi e processi. BetterEco sviluppa e gestisce la prima piattaforma internazionale di approvvigionamento e tracciamento di materie prime agricole basata su blockchain, che consente transazioni dirette. Soil Capital supporta gli agricoltori nella transizione verso un'agricoltura più redditizia e rigenerativa aiutandoli a vendere i loro crediti di carbonio. Reaktor SpaceLab gestisce nanosatelliti di alta qualità per l'osservazione della Terra per la classificazione e l'analisi della vegetazione, del suolo e delle fonti di emissione di anidride carbonica, fornendo dati globali giornalieri per vari gruppi di clienti.


Virtual Exhibition, dove incontrare (virtualmente) le startup

Per i partecipanti al World Agri-Tech Innovation Summit sarà poi possibile visitare gli stand virtuali di altre startup, visionare le proposte innovative e avere colloqui one to one. Alla Virtual Exhibition prendono parte le startup elencate di seguito.

MyEasyFarm ha sviluppato una piattaforma per l'agricoltura di precisione dedicata ad agricoltori e cooperative. Fermata ha creato un Sistema di supporto decisionale grazie all'intelligenza artificiale che si basa sull'analisi visiva in serra per un monitoraggio preciso delle piante. Odd.Bot ha creato un robot per il diserbo meccanico che aiuta a diminuire l'uso di erbicidi chimici e di attività di diserbo manuale che richiedono molta manodopera. Swiss Decode fornisce servizi di autenticazione, conformità e sicurezza degli alimenti in tempo reale con soluzioni di rilevamento del Dna in loco. Microbion fornisce servizi di microbiologia molecolare alle industrie agroalimentari e nutraceutiche. Dyneval fornisce misurazioni precise della qualità del seme di bestiame utilizzando apparecchiature portatili.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: innovazione eventi in primo piano tecnologia startup eventi

Temi caldi: World Agri Tech 2021

Speciale: World Agri-Tech