Timac Agro Italia investe nella formazione dei giovani

L'azienda mette a disposizione quattro borse di studio per gli studenti degli istituti agrari per vivere e studiare all'estero. Chiusura delle iscrizioni: 10 novembre 2019

Info aziende
timac-agro-gruppo-roullier-intercultura-fonte-timac-agro.jpg

I programmi all'estero si svolgeranno durante l'estate 2020 e saranno organizzati da Intercultura

L'esperienza di studio e di vita all'estero, da fenomeno di nicchia sta diventando una vera e propria necessità per la formazione delle giovani generazioni.
Lo sa bene Timac Agro Italia, business unit dedicata alla nutrizione vegetale della multinazionale francese Groupe Roullier, che ha deciso di investire nei giovani studenti degli istituti agrari di tutta Italia, mettendo a disposizione quattro borse di studio per soggiorni di quattro settimane in Danimarca, Irlanda, Galles, Russia e Spagna.

I programmi all'estero si svolgeranno durante l'estate 2020 e saranno organizzati da Intercultura, l'Associazione senza scopo di lucro che, da oltre 60 anni, promuove scambi culturali in tutto il mondo e che curerà le fasi di selezione e di formazione degli studenti prima della partenza.

L'iniziativa è rivolta agli studenti degli istituti agrari nati dal primo giugno 2001 al 31 luglio 2005. Gli interessati potranno partecipare alle selezioni per le borse di studio iscrivendosi sul sito di Intercultura, entro il 10 novembre 2019.

Leggi tutte le informazioni

"Sosteniamo Intercultura ormai da numerosi anni con l'obiettivo di promuovere il valore della multiculturalità, investendo nella formazione dei giovani", ha dichiarato Pierluigi Sassi, vicepresidente di Groupe Roullier Zone Italie e amministratore delegato di Timac Agro Italia.

"Il progetto conferma lo spirito internazionale del Gruppo e l'attenzione per le risorse umane, in particolare verso le nuove generazioni, come dimostra l'istituzione delle quattro borse di studio per i futuri tecnici agronomi, cui si aggiungono altre tre borse destinate ai figli dei dipendenti Timac. L'iniziativa si sposa alla perfezione con il concetto di "nutrizione a 360 gradi": Timac Agro Italia, infatti, vuole nutrire la terra ma anche la mente, puntando sulla formazione dei più giovani. Queste borse di studio riservate agli studenti degli istituti agrari hanno l'obiettivo di stimolare la loro curiosità sulle tematiche legate all'ambiente e allo sviluppo sostenibile, che insieme all'innovazione sono i pilastri delle nostre attività. Un'esperienza formativa all'estero è un tassello fondamentale per crescere una generazione dalla mentalità aperta, che sappia pensare e affrontare con consapevolezza le sfide del futuro".

Secondo l'ultima ricerca di Intercultura recentemente presentata al ministero dell'Istruzione, le borse di studio danno accesso a un'esperienza che marca un segno deciso nella vita delle generazioni più giovani che si laureano con più facilità (86%) dei loro coetanei, trovano o cambiano più agevolmente lavoro (79%), e diventano indipendenti dalla famiglia più presto rispetto al resto della popolazione italiana (solo il 14% vive ancora in famiglia). L'esperienza all'estero aiuta, quindi, le giovani generazioni ad allargare i propri orizzonti e a sviluppare competenze indispensabili per saper vivere e operare in un mondo sempre più connesso e globalizzato.

Per ulteriori informazioni sui programmi, gli studenti potranno confrontarsi direttamente con i volontari di Intercultura durante gli incontri informativi organizzati su tutto il territorio nazionale: www.intercultura.it/calendario-presentazioni-programmi