Psr Calabria, otto milioni per il benessere animale

La cifra messa a bando è riservata alle nuove adesioni di aziende zootecniche al regime di aiuto legato agli impegni sul miglioramento delle condizioni di vita degli animali rispetto a quelle di ordinaria conduzione degli allevamenti

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

soldi-banconote-arrotolate-parete-by-bluedesign-adobe-stock-750x250.jpeg

Lo stanziamento è a valere sul biennio di transizione 2021-2022 (Foto di archivio)
Fonte foto: © bluedesign - Adobe Stock

La Regione Calabria rilancia il sostegno a uno dei settori principali dell'economia territoriale: la zootecnia. È stato pubblicato il bando - da 8 milioni di euro - del Programma di sviluppo rurale Calabria 2014-2020 relativo alla misura 14 "Benessere degli animali" - intervento 14.01.01 "Pagamenti per il benessere animale" - che apre i termini per la presentazione delle istanze di aiuto per le annualità 2021 e 2022 da parte delle aziende fin qui escluse dall'accesso alle risorse e quindi alla loro prima adesione agli impegni conseguenti.

Due settimane fa, invece, era stato prorogato per le annualità 2021 e 2022 il bando pubblicato nel 2016, dedicato alle imprese zootecniche che avevano già assunto gli impegni ed erano già state finanziate nelle trascorse annualità.
 

Altri 8 milioni per la zootecnia

"Come da impegni assunti col mondo della zootecnica - sottolinea l'assessore regionale all'Agricoltura, Gianluca Gallo - abbiamo inteso offrire un sostegno ulteriore al settore stanziando altri otto milioni per il biennio 2021-2022, per dare così la possibilità anche alle aziende non finanziate dal bando del 2016 di fare affidamento sulle risorse comunitarie. L'obiettivo è allargare il più possibile la base dei beneficiari della misura 14 e supportare altri imprenditori zootecnici negli investimenti finalizzati all'innalzamento del livello della qualità della conduzione degli allevamenti. La dotazione finanziaria del bando 2016 era di oltre 28,3 milioni: nel complesso, abbiamo deciso di investire altri 18 milioni con i quali daremo sostegno per due anni ai beneficiari sia del vecchio sia del nuovo bando". Infatti, l'importo messo a bando per la conferma degli impegni sul bando del 2016 è di dieci milioni, cui si aggiungono gli otto milioni del nuovo bando per le nuove adesioni al regime di aiuto.
 

Tutti gli impegni finanziati

Anche attraverso questo bando la Regione Calabria punta a garantire l'adozione di impegni aggiuntivi rispetto alla conduzione ordinaria degli allevamenti delle specie bovini, bufalini, ovini, caprini, suini, avicoli, legati a specifiche aree tematiche di miglioramento:
  • acqua, mangimi e cura degli animali, conformemente alle naturali necessità della zootecnia,
  • condizioni di stabulazione,
  • maggiore spazio disponibile,
  • pavimentazioni,
  • materiali di arricchimento,
  • luce naturale,
  • accesso all'aperto,
  • pratiche che evitino la mutilazione e/o la castrazione degli animali,
  • pratiche che prevedano l'utilizzo di anestetici, di analgesici e di antiinfiammatori, nei casi in cui sia necessario procedere alla mutilazione o alla castrazione degli animali.
     

Le domande entro il 17 maggio

L'avviso pubblico è disponibile sul portale istituzionale. Le istanze di aiuto dovranno essere presentate attraverso il portale Sian entro il 17 maggio 2021, con facoltà di depositare le stesse con un ritardo massimo di 25 giorni, ovvero entro l'11 giugno 2021, in tale eventualità con la decurtazione dell'importo erogabile in misura pari all'1% per ogni giorno lavorativo di ritardo.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Calabria

Autore:

Tag: sviluppo rurale benessere animale zootecnia bandi Psr

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.103 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner