Candine®, una mela dolce e naturale

Regalyou* è una mela bella, buona, resistente alla ticchiolatura e dalla lunga conservabilità. Apofruit la commercializza e la produce in esclusiva in Italia

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Contenuto promosso da Apofruit Italia
mela-melo-regalyou-candine-varieta.jpg

Regalyou Candine sarà prodotta e commercializzata in Italia, in esclusiva da Apofruit, attraverso la formula del club varietale
Fonte foto: © Agronotizie

Gli ultimi anni annunciano al mondo l'inizio di una nuova mela: bella, buonaresistente alla ticchiolatura e dalla lunga conservabilità. Un mix perfetto di elementi che caratterizzano la mela Candine®, varietà RegalYou*. Ottimi elementi per avere successo tra i consumatori ed i produttori. Guardiamo più nel dettaglio questi aspetti. Dal punto di vista qualitativo Candine® emerge per dolcezza (16-18 gradi Brix, già alla raccolta), bassa acidità ma equilibrata, croccantezza, succosità ed aroma del frutto: cinque aspetti che ne esaltano il sapore. Presenta una forma arrotondata e leggermente schiacciata simile a Fuji, ma con una buccia più intensamente colorata. Il sovraccolore è infatti rosso intenso, uniforme, esteso sul 70% della buccia, velata da una caratteristica pruina. Tutte queste caratteristiche rendono le mele molto attraenti ed immediatamente riconoscibili, che permette al consumatore d'individuarla subito a scaffale. Regalyou* nasce da un incrocio tra una Fuji e Ariane* Les Naturianes®: da quest'ultima varietà ha ereditato la resistenza alla ticchiolatura, caratteristica che permette tra l'altro un utilizzo in coltura biologica. La pianta ha un elevato vigore, un portamento assurgente, non presenta alternanza di produzione ed un'ottima produttività grazie alla forte allegagione. Va però effettuato un adeguato diradamento manuale per ottimizzare al meglio la produzione. La sua maturazione avviene mediamente a fine settembre.
Guarda su AgroNotizie l'articolo del 19 settembre 2019 sulla 2° edizione del Candine Day, organizzato da Apofruit (all'interno anche il video dell'evento, che è visibile anche sul canale Youtube di AgroNotizie).

"La mela Candine® - spiegava Ilenio Bastoni, direttore generale di Apofruit, il 17 settembre 2019 alla presentazione della varietà e del club - rappresenta per noi un'ottima possibilità. Questa mela si presta perfettamente, per risultati e previsioni, all'uso in club. Con il progetto Candine® abbiamo voluto dare un forte impulso alla strategia di valorizzazione e differenziazione del prodotto, sviluppando un'attenta politica di marca. Una strategia che mira a superare le difficoltà dei prodotti indifferenziati tipici delle commodity e che porta il consumatore a riconoscere ed apprezzare la frutta contraddistinta da un marchio. Tutto questo per rendere la coltivazione più remunerativa per i produttori".

Parliamo poi della conservabilità. La mela Candine® si conserva per un lungo tempo, più lungo delle mele comunemente consumate. "La sua shelf-life è davvero eccezionale - diceva Paolo Nanni, tecnico di campagna di Apofruit -. Negli ultimi due anni abbiamo effettuato diverse prove che hanno evidenziato come il prodotto conservato ad una temperatura di circa 18 °C possa mantenersi per oltre due mesi. Nel caso invece di stoccaggio a 3 °C può conservarsi per almeno otto-dieci mesi. Il sapore e la consistenza in questo periodo non vengono alterati mantenendo intatte le caratteristiche peculiari del prodotto".

Questa mela è prodotta e commercializzata da Apofruit in esclusiva per l’Italia, attraverso la formula del club varietale. La produzione attuale di Candine® si estende su 60 ettari circa, concentrati nell'areale melicolo del nord Italia (Emilia-Romagna, Veneto, Trentino, Lombardia e Piemonte). L’obiettivo del progetto è arrivare a 260 ettari entro il 2025, di cui 60 ettari saranno a coltivazione biologica. Sul fronte delle quantità oggi vengono prodotti circa 1.500 quintali con una produzione prevista di 40mila quintali entro il 2022.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.549 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner