Carciofo, la proposta di Compo Expert

L'applicazione di biostimolanti al suolo abbinati alle prime irrigazioni possono favorire una migliore ripresa vegetativa e una buona omogeneità

Contenuto promosso da Compo Expert Italia
vitanica-kamasol-rz-mc-fonte-compo-expert.png

La forzatura viene normalmente completata con l'applicazione, a partire dalle 8-9 foglie, di acido giberellico per via fogliare

Il risveglio della carciofaia o il trapianto, nel caso di nuovi impianti, è la prima fase del ciclo vegetativo del carciofo e può avere un'enorme influenza sulla produzione in termini quantitativi e soprattutto di precocità.
Il risveglio indotto con l'irrigazione, già all'inizio di luglio, è una pratica conosciuta come forzatura, con lo scopo di anticipare l'inizio della produzione ad ottobre, in modo da ottenere una sovrapposizione temporale tra produzione e quello che normalmente è il miglior momento commerciale.
L'applicazione di biostimolanti al suolo, abbinati alle prime irrigazioni, possono favorire una migliore ripresa vegetativa e una sua buona omogeneità.

L'applicazione di Vitanica® RZ, biostimolante arricchito con Bacillus amyloliquefaciens, favorisce la produzione di nuove radici e peli radicali grazie ai quali la pianta avrà la possibilità di avviare un buon sviluppo vegetativo. La componente biostimolante, ricca in fitormoni ed in particolare auxine, citochinine ed altri preziosi componenti quali aminoacidi, proteine, carboidrati e vitamine, è nota per la sua capacità di stimolare lo sviluppo radicale e l'attecchimento di giovani piantine. Il Bacillus amyloliquefaciens appartiene al gruppo dei Plant growth-promoting bacteria (Pgpb), capaci di colonizzare l'apparato radicale. La sua presenza biostimola lo sviluppo radicale, migliora l'esplorazione del suolo e la disponibilità di fosforo e microelementi, altrimenti bloccati nel terreno.

L'applicazione combinata con Kamasol® Black, a base di acidi umici e fulvici, ne migliora le prestazioni grazie alla loro sinergia. Infatti, il carbonio organico, presente in elevate concentrazioni all'interno del prodotto, supporta lo sviluppo e la moltiplicazione del Bacillus amyloliquefaciens che ha la possibilità così di diventare una colonia stabile in prossimità dell'apparato radicale, formando una sorta di barriera. Inoltre, gli acidi umici e fulvici incrementano la capacità di scambio cationico ed hanno un'azione ormono-simile con un effetto diretto di biostimolazione.

La forzatura viene normalmente completata con l'applicazione, a partire dalle 8-9 foglie, di acido giberellico per via fogliare. Questo consente una precoce differenziazione a fiore che consentirà un anticipo dell'entrata in produzione.

L'applicazione di acido giberellico comporta uno sviluppo cellulare repentino che si traduce in un incremento molto veloce della superficie fogliare. La pianta subisce uno stress non indifferente che spesso si traduce in una clorosi temporanea. Per evitare questo stress è bene abbinare a questa applicazione una buona nutrizione che dia supporto a questo sviluppo repentino. Vitanica® MC a base di un biostimolante algale, aminoacidi di origine vegetale, azoto, fosforo, potassio e microelementi, fornisce un supporto completo che evita lo stress ed incrementa l'efficienza dell'applicazione di acido giberellico.

Per maggiori informazioni visita il sito oppure scrivi a: info.compo-expert@compo-expert.com