Olivia Trap, monitoraggio selezionato a distanza

La trappola studiata da Agromics, spin off dell'Università di Perugia, solleva il tecnico o l'agricoltore dalla necessità di andare ogni giorno a controllare le catture in campo: guarda il video

Barbara Righini di Barbara Righini

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

trappola-olivia-trap-agromics-universita-perugia-cattura-video-barbara-righini.jpg

Il sistema è dotato di una centralina meteo integrata

Centralina meteo integrata, fotocamera ad alta risoluzione (8 megapixel) e possibilità di ricevere su pc o tablet immagini con le ultime catture di insetti.

Olivia Trap, trappola di nuova generazione studiata da Agromics, solleva l'agricoltore o il tecnico dalla necessità di andare ogni giorno a controllare le catture in campo.
Si tratta di una trappola per il monitoraggio a distanza, adattabile a qualsiasi tipo di insetto. Nella versione già disponibile è una trappola cromotropica ma l'azienda, uno spin off dell'Università di Perugia, sta sviluppando la versione a feromoni.

Il sistema scatta una foto della trappola con le catture a frequenza stabilita, solitamente una ogni 24 ore, la foto viene inviata a un sito internet cui l'utente ha accesso. Grazie all'alta definizione l'agricoltore può riconoscere l'insetto che interessa, un algoritmo evidenzia le nuove catture in modo che queste non siano confuse con quelle del giorno prima.
L'incrocio dei dati che arrivano dalla centralina meteo integrata con le previsioni meteo provenienti da banche dati pubbliche e con il numero di catture permette all'imprenditore agricolo di allertarsi in tempo, prima dell'arrivo di una minaccia, in modo da prendere le dovute misure di difesa.

Agromics lascia la scelta all'agricoltore, se affittare Olivia Trap per un minimo di due anni o se acquistare il sistema.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: innovazione difesa Trappole

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.671 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner