Accordo lombardo latte, Coldiretti 'Punto di riferimento anche per le altre regioni'

L'obiettivo, secondo l'Organizzazione, è evitare una spirale al ribasso

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

bicchiere-latte-e-frutta.jpg

La Lombardia, con 4 milioni di tonnellate produce il 40 per cento circa del latte italiano

Siglato l'accordo sul prezzo del latte in Lombardia che viene fissato alla stalla pari a 38 centesimi al litro per le consegne da giugno a settembre e 36 centesimi al litro per quelle già conferite nei mesi di aprile e maggio, Iva esclusa e più i premi previsti dall'attuale tabella qualità. Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che l'intesa è stata siglata con Italatte che fa capo al GruppoLactalis con i marchi Parmalat, Galbani, Invernizzi e Cademartori.

L'accordo siglato in Lombardia rappresenta però - sottolinea la Coldiretti - un punto di riferimento anche per le altre regioni italiane, visto che proprio la Lombardia, con 4 milioni di tonnellate produce il 40 per cento circa di tutto il latte italiano.

"Abbiamo ottenuto le migliori condizioni possibili in un momento particolare per il settore del latte in Italia e in Europa dove si riscontrano aumenti quantitativi mai raggiunti" ha affermato Ettore Prandini, presidente della Coldiretti Lombardia nel precisare che "è stata una scelta di responsabilità per garantire la stabilità delle aziende agricole, per difendere il latte italiano e per dare sempre maggiori certezze ai consumatori".

L'obiettivo - spiega la Coldiretti - è stato dare alle imprese di allevamento un punto fermo per evitare una pericolosa spirale al ribasso che era già iniziata con la sottoscrizione da parte di alcune cooperative di raccolta latte e organizzazioni di produttori di contratti al di sotto del prezzo poi stabilito con Italatte.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.271 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner