Fendt Tigo: ottimi compagni nella fienagione

Robusti, performanti, delicati sul foraggio e versatili, i carri autocaricanti convincono anche gli agricoltori più esigenti. Da poco in gamma i Tigo VR con Fendt Stability Control e tecnologia Tim

Contenuto promosso da AGCO Italia :: Fendt
fendt-tigo-1000unita-2022.jpg

La linea Fendt Tigo sta per raggiungere le mille unità vendute
Fonte foto: Fendt

Per fare progressi nelle operazioni di fienagione, in particolare nella raccolta del foraggio, servono macchinari sempre più sofisticati. Macchinari come i carri autocaricanti di Fendt, protagonisti di una grande storia di successo.

Forte dell'esperienza maturata nella gamma trattori, il brand di AGCO ha attinto alle sue conoscenze per sviluppare i carri high tech Tigo. Entrati in scena per la prima volta ad Agritechnica 2017, i Tigo hanno impressionato a tal punto gli agricoltori da permettere a Fendt di consegnare quasi mille unità in cinque anni. In occasione della prossima consegna del millesimo modello, il marchio propone interessanti offerte per gli operatori.

Prodotta a Wolfenbüttel (Germania) a partire da settembre 2022, la gamma Tigo soddisfa ogni esigenza grazie a ben 25 modelli. I Tigo 35, 40, 50 S e ST vantano capacità di carico di 22, 24.5, 29 metri cubi e grande stabilità, mentre i Tigo 40, 50, 60, 70 MS presentano una capacità di carico da 26 a 39 metri cubi e un'unità a braccia oscillanti che tratta delicatamente il materiale. Per le aziende agricole medie sono ideali i Tigo 40, 50, 60 MR da 26-35 metri cubi e 50, 60, 100 MR Profi da 31-50 metri cubi.


I Fendt Tigo soddisfano le esigenze di diverse aziende agricole
I Fendt Tigo soddisfano le esigenze di diverse aziende agricole


Per le imprese più grandi e dedite all'attività contoterzi sono, invece, disponibili i Tigo PR, XR e i nuovi VR, compatti, robusti e capaci di assicurare alta qualità del foraggio e massima sicurezza in collina o su strada. Se i Tigo 45, 50, 60 PR con peso massimo ammissibile da 17mila a 24mila chili possono contenere da 31 a 36 metri cubi, i Tigo 65, 75, 90, 100 XR con peso massimo ammissibile da 22mila a 31mila chili gestiscono carichi da 38 a 54 metri cubi. Modelli con caratteristiche intermedie sono i Tigo VR.

I carri Fendt che mancavano

La scorsa estate la casa tedesca ha ampliato ulteriormente la propria offerta con i carri Tigo 65 e 75 VR, che combinano le soluzioni smart dei XR con le dimensioni compatte dei PR e offrono volumi di carico di 38 e 44 metri cubi. Con un peso massimo ammissibile di 24mila chili, i due modelli sono caratterizzati da una larghezza di trasporto di 2,75 metri, una lunghezza di 8,77 o 9.,7 metri e un'altezza di 3,92 o 4 metri.

Proposti con diversi pneumatici e optional, i Tigo VR garantiscono un taglio preciso e un caricamento ottimale grazie ai coltelli con una lunghezza di taglio potenziale di 37 millimetri e alla paratia frontale multifunzione con VarioFill che assicura 6 metri cubi aggiuntivi. Inoltre, il pick up da 2 metri con sette file di denti consente di raccogliere più prodotto, anche in curva, e ottimizzare la guida sull'andana. La velocità del pick up è regolabile, per via idraulica e in continuo, da 70 a 150 giri al minuto a seconda del materiale e delle condizioni.


Fendt Tigo 65 VR con volume di carico di 38 metri cubi
Fendt Tigo 65 VR con volume di carico di 38 metri cubi


Altro plus dei modelli VR è l'affilacoltelli mobile FlexSharp che, già presente sui Tigo PR e XR, esegue l'affilatura dei coltelli direttamente nel carro stesso, evitando lo smontaggio e l'affilatura manuali. FlexSharp può anche essere rimosso dai Tigo e usato per affilare coltelli di altri carri autocaricanti, presse quadre e rotopresse. Disponibili in opzione un secondo set di coltelli e un relativo supporto (installabile sulla barra della piattaforma di taglio) che rendono possibile la sostituzione dei coltelli in campo con una conseguente riduzione dei tempi di fermo macchina.

Molto prestanti, i Tigo VR risultano anche sicuri e versatili. Infatti, il sistema di autolivellamento Fendt Stability Control (a richiesta) garantisce elevata stabilità sia in pendenza sia su strada, contrastando il rollio tramite il ricorso all'intera corsa della sospensione, indipendentemente dalle condizioni di carico. In più, c'è la possibilità di richiedere due o tre rulli dosatori per la gestione efficiente dello scarico del foraggio oppure un fondo mobile reversibile per il trasporto di altre merci (ad esempio, balle quadre) dopo la raccolta.

Tigo, unici nel loro genere

I Tigo VR, come pure i loro fratelli, si distinguono dai carri convenzionali per il carico utile superiore (fino a 1,7 tonnellate in più), la maggiore compattezza (sono più corti di 1 metro) e i consumi ridotti (fino a 1.339 litri in meno di diesel per stagione). Inoltre, raccolgono delicatamente il foraggio grazie all'ampia superficie di appoggio dei denti del rotore in Hardox, sostituibili singolarmente, e tagliano in modo preciso il materiale, senza schiacciamenti o compressioni. Il pick up idraulico, esente da manutenzione, funziona in modo estremamente fluido.


Pick up idraulico sui Fendt Tigo
Pick up idraulico sui Fendt Tigo


Da segnalare sui carri anche la paratia multifunzione che funge da parete di carico e alimentazione, garantendo un uso ottimale del volume di carico totale, e il sistema automatico variabile in continuo VarioFill che associa all'ottimizzazione del carico/scarico la protezione del foraggio e la riduzione dello stress operativo. Completano l'equipaggiamento particolari bracci di frizione, raschiatori in plastica, strisce del pavimento raschiante chiuse e pannelli laterali continui che offrono un flusso perfetto e limitano le contaminazioni del foraggio.

Le alte prestazioni si accompagnano ad un'estrema robustezza, assicurata da una struttura chiusa in acciaio con traversa integrata per la massima stabilità e da un telaio saldato invece che avvitato.
Robusta anche la trasmissione del rotore principale con azionamento diretto della ruota dentata in bagno d'olio che non richiede interventi di manutenzione. Inoltre, tutti i sistemi elettrici, elettronici e idraulici sono installati in posizione protetta per evitare problemi a lungo termine.

Non solo. I Tigo si adattano perfettamente al profilo del terreno sfruttando il timone articolato con controllo idraulico della posizione e la regolazione automatica dell'apparato di raccolta. Oltre a muoversi senza problemi in campo, restano stabili su qualsiasi pendenza o curva in strada servendosi della sospensione idropneumatica e del sistema di autolivellamento Fendt Stability Control.


Stabilità garantita sui Tigo con Fendt Stability Control
Stabilità garantita sui Tigo con Fendt Stability Control

 

Tim: rivoluzione per la raccolta del foraggio

Infine, i Tigo VR e XR formano una squadra perfetta con i trattori Fendt Vario grazie alla tecnologia Tractor Implement Management (Tim) che permette ai carri di regolare la velocità di marcia dei trattori in base al carico del pick up. In questo modo, in fase di raccolta la velocità del trattore cala automaticamente se il volume dell'andana è elevato e aumenta di nuovo se l'andana è piccola.

La tecnologia Tim non solo ottimizza l'operatività del cantiere assicurando sempre un elevato rendimento, ma semplifica anche il lavoro del conducente, che può concentrarsi completamente sul controllo del processo di carico.