Marche, ultimi giorni per gli aiuti alla bieticoltura

A disposizione 200mila euro per il sostegno straordinario ai coltivatori di barbabietola da zucchero. Scadenza il 13 maggio, all'interno il link al bando

barbabietola-zucchero-campo-bieticoltura-by-fraggeth-wikipedia-jpg.jpg

Barbabietola da zucchero, nelle Marche previsti aiuti per la produzione
Fonte foto: Fraggeth - Wikipedia

E' ancora aperto nelle Marche il bando denominato "Misure urgenti per favorire liquidità nelle aziende agricole a sostegno della coltivazione della barbabietola da zucchero a seguito dell'emergenza epidemiologica da Covid-19".

Il bando inizialmente aveva una scadenza fissata per il 29 aprile scorso, ma è stato prorogato e così è ancora possibile partecipare inviando le domande di contributo fino al 13 maggio prossimo.

Un bando che era stato annunciato e fortemente voluto dalla amministrazione regionale che punta sul rilancio della produzione bieticola nelle Marche e in prospettiva allo sviluppo di tutta una filiera dello zucchero marchigiano.

Il bando, con una disponibilità totale di 200mila euro, ha l'obbiettivo di aiutare le aziende a sostenere gli anticipi dei costi di produzione in questo periodo segnato dalla crisi economica per la pandemia, cercando di far fronte almeno in parte alla crisi di liquidità delle imprese.

Possono partecipare come beneficiari tutti gli agricoltori che risultino in attività e che coltivino la barbabietola da zucchero sul territorio marchigiano.

Per poter partecipare al bando gli agricoltori devono aver acquistato sementi di bietola per almeno 1,2 ettari, devono avere effettuato la semina e le lavorazioni associate e devono aver stipulato il contratto di coltivazione con uno zuccherificio di riferimento.

Il bando prevede un aiuto costituito da un contributo forfettario ad ettaro, che verrà calcolato in base alle superfici effettivamente seminate a barbabietola, fino ad un massimo di 200 euro ad ettaro.

Il bando non prevede una graduatoria e tutte le domande di contributo verranno pagate, ma nel caso che le richieste superino i 200mila euro stanziati, gli aiuti verranno ridotti per poter far fronte a tutte le richieste arrivate.

Le domande di contributo devono essere inviate tramite il portale Siar entro il 13 maggio 2021.

Per maggiori dettagli e informazioni si rimanda alla pagina ufficiale e al testo completo del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.450 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner