Piante officinali, pubblicato il decreto in Gazzetta ufficiale

Registri varietali, certificazione delle sementi e standard di qualità. Questi alcuni punti del nuovo Testo unico che sostituisce la vecchia legge n. 99 del 1931

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

piante-aromatiche-erbe-aromatiche-by-aldecastudio-fotolia-750.jpeg

Pubblicato il decreto in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle erbe officinali
Fonte foto: © ALDECAstudio - Fotolia

Lo scorso 16 maggio 2018, è stato approvato un nuovo decreto in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle erbe officinali su proposta del presidente Paolo Gentiloni che, in quel periodo, era in qualità di ministro del Mipaaf.

Il decreto legislativo 21 maggio 2018, n. 75, che entrarà in vigore il prossimo 8 luglio, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale e sostituisce l'ormai obsoleta legge n. 99 del 1931 costituendo il nuovo Testo unico in materia.

"L'esigenza di una legge di regolamentazione del settore - ha dichiarato il nuovo ministro Centinaio - in particolare per quanto riguarda la coltivazione, era molto sentita tra gli operatori, che dovevano confrontarsi con una legge datata che non si adattava alle nuove esigenze di una moderna agricoltura". 

"Questo nuovo decreto - conclude il ministro - fa proprie le conclusioni del Tavolo di filiera delle piante officinali e pone le basi per la crescita, lo sviluppo e la valorizzazione delle produzioni nazionali, garantendo al contempo una maggiore trasparenza e conoscenza ai consumatori".

Oltre a fornire una nuova definizione di piante officinali, il decreto prevede l'istituzione dei registri varietali delle specie e stabilisce le modalità e le condizioni per la certificazione delle sementi.
Inoltre prevede per le regioni la possibilità di istituire, nel rispetto della normativa dell'Unione europea, marchi finalizzati a certificare il rispetto di standard di qualità nella filiera delle piante officinali; il testo valorizza e tiene conto delle indicazioni delle Commissioni parlamentari competenti e delle osservazioni della Conferenza unificata.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.633 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner