Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Il futuro dell'agricoltura: più sostenibile grazie ai biostimolanti

Italpollina ha deciso di puntare sulla ricerca e produzione di prodotti innovativi, performanti e certificati

Info aziende
exterior-anderson-plant-fonte-italpollina.jpg

Il nuovo impianto di produzione di Italpollina ad Anderson (Indiana) negli Usa

I biostimolanti stanno suscitando sempre maggior interesse in agricoltura in quanto validi alleati per affrontare le sfide che il comparto agricolo dovrà sostenere nei prossimi anni per garantire un'adeguata produzione e un futuro più sostenibile.
Italpollina ha deciso di puntare sulla ricerca e produzione di biostimolanti innovativi, performanti e certificati già da molti anni, e questo impegno continua ad oggi con la recente apertura di un secondo impianto destinato alla produzione di biostimolanti di origine 100% vegetale, dopo il primo già attivo in Italia.


Ma cosa sono davvero i biostimolanti?

I biostimolanti sono formulati che contengono sostanze e/o microrganismi la cui funzione, quando applicati alle piante o alla rizosfera, è quella di stimolare i processi naturali della pianta per aumentare/migliorare l'assorbimento e l'efficienza dei nutrienti, la tolleranza agli stress abiotici e la qualità delle colture (definizione diffusa dall'Ebic – European biostimulants industry council)

Non sono solo semplici fertilizzanti che apportano elementi nutritivi, ma prodotti più complessi che permettono di ottimizzare le performance delle piante. I biostimolanti solo il complemento ideale alla fertilizzazione tradizionale ma non la sostituiscono.

Come si può dedurre dalla definizione sopra citata, i biostimolanti – se di buona qualità – sono prodotti strategici per l'agricoltura moderna. Essi infatti migliorano la crescita e lo sviluppo delle piante durante tutto il ciclo di vita della coltura, dalla germinazione dei semi/trapianto fino alla raccolta.
 
Foglia con goccioline
 

Le azioni ed i vantaggi:

  • aumentano la tolleranza delle piante agli stress abiotici (siccità, eccessi di caldo o freddo, salinità …);
  • stimolano il metabolismo delle piante;
  • incrementano l'assorbimento e l'assimilazione dei nutrienti;
  • aumentano la qualità di frutti e ortaggi (zuccheri, pezzatura, sapore, colore);
  • favoriscono la fotosintesi;
  • incrementano la fertilità fisica e biologica del suolo.
 

I biostimolanti di Italpollina

Dopo lunghe e continue ricerche per la messa a punto di formulati sempre più efficaci, Italpollina ha deciso di basare i propri biostimolanti su:
  • aminoacidi e peptidi 100% vegetali – tramite l'esclusivo metodo di produzione Lisiveg®;
  • microrganismi (funghi micorrizici, trichoderma, batteri utili…);
  • estratti vegetali.

Italpollina promuove l'impiego dei propri biostimolanti non solo per aumentare la redditività delle aziende agricole, ma soprattutto per favorire e rendere conveniente la "coltivazione integrata delle colture", elemento essenziale della moderna agricoltura sostenibile.