Psr Abruzzo, il pacchetto giovani

La regione ha attivato due sottomisure per promuovere il primo insediamento e gli investimenti per chi ha meno di quaranta anni, per un totale di 7 milioni di euro. Scadenza il 28 febbraio prossimo, all'interno il link al bando

giovani-giovane-agricoltore-agricoltori-vite-vendemmia-uva-vigneto-by-goodluz-fotolia-750x500.jpg

Giovani agricoltori, aperti in Abruzzo i bandi dedicati
Fonte foto: © Goodluz - Fotolia

L'Abruzzo ha attivato il pacchetto giovani per incentivare le attività agricole portate avanti dai giovani con meno di 41 anni di età.

Il pacchetto attiva contemporaneamente due sottomisure del Psr, la sottomisura 6.1 che riguarda il primo insediamento e la sottomisura 4.1 che riguarda gli aiuti agli investimenti nelle aziende agricole condotte da giovani agricoltori.

Possono partecipare al bando tutti i giovani dai 18 ai 41 anni non ancora compiuti che intendano divenire titolari di una azienda agricola o che al limite lo siano da non più di 24 mesi.

I beneficiari devono possedere, o raggiungere nei tempi stabiliti, le qualifiche tecniche richieste, come un titolo di studio in ambito agrario o un idoneo attestato di formazione e devono rimanere a capo dell'azienda per almeno cinque anni.

Per partecipare è necessario presentare un piano di sviluppo aziendale unico, che tenga conto sia degli interventi e degli investimenti che si vogliano fare con i contributi delle due sottomisure attivate.

Riguardo al primo insediamento ai beneficiari sarà riconosciuto un finanziamento a fondo perduto di 50mila euro.

Riguardo alla sottomisura 4.1 sono disponibili finanziamenti pari al 60% della spesa ammissibile per investimenti che vanno dai miglioramenti fondiari, alla ristrutturazione di fabbricati, all'acquisto di terreni, o macchinari o impianti per la produzione di energia rinnovabile o anche beni immateriali come l'acquisizione di licenze o brevetti.

Il contribuito verrà erogato in due rate: la prima al momento del riconoscimento del finanziamento, dopo la sottoscrizione di una fidejussione bancaria, la seconda dopo la verifica del corretto adempimento del piano di sviluppo aziendale.

Le domande, corredate di tutti i documenti richiesti e del piano di sviluppo aziendale, devono essere inviate ad Agea entro il 28 febbraio 2020.

Per maggiori dettagli e informazioni si rimanda alla pagina ufficiale e al testo completo del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 222.256 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner