"Da Expo e agricoltura italiana occasioni per lo sviluppo dell'Africa"

Così il sottosegretario alle Politiche agricole Maurizio Martina in occasione dell'iniziativa tenutasi ieri alla Farnesina

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

martina-sottosegretario-mipaaf-20022014-italia-africa-fonte-mipaaf.jpg

Maurizio Martina, sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali

Questo evento è un momento importante per progredire nei rapporti tra Italia e Africa sia a livello istituzionale e politico, che economico e sociale. L’agricoltura rappresenta un settore centrale per l’Africa e l’Italia può contribuire al suo sviluppo in modo determinante, grazie alla nostra tradizione ma anche al nostro know how. Tecnologia, modelli produttivi, nuovi concetti di impresa sono elementi fondamentali su cui puntare per sviluppare la nostra collaborazione”. Così il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, è intervenuto ieri alla Farnesina durante il Tavolo agricoltura nell’ambito dell’iniziativa Italia-Africa, al quale hanno partecipato numerosi ministri dei Paesi dell’Africa sub-sahariana convenuti a Roma per il Governing Council dell’Ifad.

Il modello agricolo italiano – ha spiegato Martina - è unico al mondo, proprio perché ha i suoi punti di forza nel rapporto col territorio e le comunità, nel connubio tra innovazione e tradizione, nel saper fare dei nostri imprenditori. Un ruolo chiave è svolto anche dalla qualità della nostra produzione agroalimentare. Un esempio evidente in questo senso ci viene dalla dieta mediterranea. Sono convinto che per queste ragioni, per i molti aspetti peculiari del modello agricolo italiano e per la sua naturale vocazione geografica, l’Italia possa giocare un ruolo strategico nel rapporto tra Europa e Africa”.

Expo 2015 sarà un’occasione irripetibile per confrontarci con un nuovo modello di sviluppo. La presenza africana è per noi molto importante – ha concluso il Sottosegretario Martina – e siamo consapevoli che le istituzioni possono svolgere una funzione significativa per accompagnare anche iniziative che possono nascere tra privati, tra aziende e  tra i rappresentati delle rispettive società civili”.
A margine dell’iniziativa, il sottosegretario Martina ha avuto un incontro bilaterale con Maria Kiwanuka, ministro delle Finanze e dello Sviluppo economico della Repubblica dell’Uganda per discutere dei rapporti commerciali e delle prospettive di sviluppo del settore agricolo in Uganda.


Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner