Biologico, non si ferma la crescita

I dati Ismea: nel primo quadrimestre del 2011 è cresciuta la domanda interna

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ccpb-controllo-biologico.jpg

Il Ccpb è un organismo di controllo e certificazione nel settore del biologico

Secondo gli ultimi dati pubblicati da Ismea relativi al settore del biologico in italia, il primo quadrimestre del 2011 ha visto una crescita nella domanda interna, rispetto all'analogo periodo dello scorso anno, per i prodotti confezionati bio dell'11,5% e per l'ortofrutta del 9,2%; questo dopo un 2010 che ha archiviato sul 2009 un incremento dell'11,6%.

A livello internazionale, la superficie coltivata a biologico ha superato i 37 milioni di ettari, contro i 35 dell'anno precedente, e sul piano economico il fatturato complessivo ha quasi raggiunto i 55 miliardi di dollari, con un aumento rispetto all'anno precedente del 7,8%. Dati che stanno a dimostrare trend di crescita sia a livello di domanda interna che internazionale, nonostante la riduzione dei consumi alimentari legati alla crisi economica generale degli ultimi anni.

"Questi dati - commenta l'ente Ccpb - attestano anche che il consumatore sempre più privilegia certe tipologie di prodotti in grado di coniugare maggiore salubrità ed un'attenzione nei confronti dell'ambiente e delle sue risorse".

Fonte: CCPB srl

Tag: biologico mercati

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.293 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner