Roberto, Massimo e Stefano, i campioni di Bergen

Tre fratelli, una sola passione: il Parmigiano Reggiano. Al recente World Cheese Award la famiglia Mezzadri ha portato a casa la medaglia d'oro nella categoria "oltre 30 mesi". Un successo di squadra a cui contribuisce quotidianamente anche Sivam

Allevatori Top di Allevatori Top

Info aziende
da-sx-roberto-e-stefano-mezzadri-nel-caseificio-di-famiglia-gen-2019-allevatori-top.jpg

Da sinistra Roberto e Stefano Mezzadri nel caseificio di famiglia

Sul Parmigiano Reggiano non si scherza e a casa Mezzadri lo sanno bene. Ma quando il latte prodotto in stalla viene lavorato nel caseificio di famiglia e venduto direttamente nella boutique aziendale, la voglia di superare sé stessi ogni giorno è ancora più forte perché il rapporto quotidiano con il consumatore è uno stimolo continuo.

Scarica la rivista Allevatori Top

Quando Renzo e Luisa Mezzadri fondarono negli anni '60 la loro azienda agricola, forse non pensavano che cinquant'anni dopo il testimone sarebbe passato a Roberto, Massimo e Stefano, i loro tre figli. Ma l'attaccamento alla stalla e la passione per il re dei formaggi sono stati talmente forti da spingerli a continuare il lavoro dei genitori, senza nemmeno cercare nuove strade. Una scelta nel solco della tradizione, ma con una naturale predisposizione per confrontarsi con il mercato, forti di un Parmigiano Reggiano di alta qualità.

In stalla 350 vacche in mungitura con produzioni medie di 29 litri/capo
In stalla 350 vacche in mungitura con produzioni medie di 29 litri/capo

Per mettersi alla prova, i fratelli Mezzadri hanno anche deciso di partecipare al recente World Cheese Award di Bergen in Norvegia con un Parmigiano Reggiano di tre anni, che ha vinto la medaglia d'oro nella categoria "oltre 30 mesi", selezionato da una batteria di giudici internazionali.
"È stata una bella avventura - racconta Roberto - che premia l'impegno di tutti noi e di nostro fratello Stefano, il casaro di famiglia, che nel 2001 ha deciso di lasciare l'attività in stalla per imparare a lavorare il latte prodotto dalla nostra mandria, mentre Massimo ed io seguiamo le vacche e la campagna". Ma quando c'è bisogno tutti sono pronti a dare una mano, perché da queste parti il lavoro non spaventa nessuno e nessuno si monta la testa per aver vinto l'Oscar mondiale del formaggio, nonostante un certo fermento da quando i media locali hanno rilanciato la notizia della loro vittoria.

Stefano ha iniziato l'attività di casaro nel 2001 e oggi segue anche il marketing dei prodotti aziendali
Stefano ha iniziato l'attività di casaro nel 2001 e oggi segue anche il marketing dei prodotti aziendali
 

Progetti per il futuro

I Mezzadri sono giustamente soddisfatti del risultato ottenuto, ma preferiscono guardare avanti e capitalizzare la notorietà conquistata in Norvegia per ampliare la clientela. Già oggi nel portale aziendale è attivo l'e-commerce per gli acquisti online e da buoni commercianti i fratelli hanno pensato bene di allargare l'assortimento di prodotti affiancando al Parmigiano Reggiano gli anolini della tradizione, oltre che salumi e vini. Un'offerta apprezzata non solo in Italia, ma anche all'estero, dove i Mezzadri hanno consolidato un bel giro d'affari, offrendo anche delle vere chicche a misura di gourmet.

Spirito di squadra: in piedi, da sinistra Roberto e Massimo Mezzadri. In ginocchio Flavio Spelta, specialista vacche da latte Sivam e l'agente Paolo Pincolini
Spirito di squadra: in piedi, da sinistra Roberto e Massimo Mezzadri. In ginocchio Flavio Spelta, specialista vacche da latte Sivam e l'agente Paolo Pincolini

Per stimolare sempre gli estimatori del formaggio di pregio, in catalogo c'è anche del Parmigiano Reggiano di 94 mesi (sì, avete letto bene) che all'assaggio dimostra la sua età, pur mantenendo la classica identità che ci si aspetta dalla Dop. "È un prodotto di nicchia - conclude Roberto - che oggi si trova in alcuni ristoranti stellati e che esprime la capacità del nostro latte di superare la prova del tempo, arrivando a otto anni di stagionatura, senza che il formaggio presenti un difetto. Evidentemente il lavoro nei campi per produrre foraggio eccellente, la scelta delle materie prime migliori e la collaborazione con esperti come gli specialisti Sivam ci mettono nelle condizioni ideali per mettere in caldaia un latte sano, quanto ricco in grasso e caseina. In caseificio chiediamo molto alle nostre vacche e per questo in stalla non vogliamo mai spingere troppo l'acceleratore anche se abbiamo un'ottima genetica, visto che preferiamo guardare alle rese in caldaia. È una scelta aziendale ben precisa, che sta pagando in termini qualitativi e che, come nel caso del World Cheese Award, ci ha permesso di sognare".

Sivam è presente in stalla da venticinque anni
Sivam è presente in stalla da venticinque anni

Se passate in via Ricordi 29, a Busseto, fate un salto in negozio e concedetevi una scheggia di Parmigiano Reggiano di 94 mesi: resterete piacevolmente rapiti. Ma assaggiate anche il 24 mesi, molto più strutturato della sua età anagrafica. Piccoli piaceri della vita che non hanno prezzo.

Scarica la rivista Allevatori Top
 
a cura della redazione

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Allevatori Top

Autore:

Tag: latte azienda agricola formaggi bovini marchi di tutela

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.356 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner