YieldON: aumento della produttività, maggior reddito per gli agricoltori

Il biostimolante di Valagro agisce a livello molecolare e aumenta la produttività delle colture industriali

Contenuto promosso da Valagro
valagro-yeldon-apertura.jpg

YieldOn di Valagro per produzioni al Top

YieldOn è un biostimolante in grado di aumentare la produttività delle colture industriali. Inoltre modula il metabolismo cellulare, la divisione e l'espansione cellulare, migliorando anche il trasporto degli zuccheri e dei nutrienti, oltre alla biosintesi e il trasporto dei lipidi.
 

Valagro preme su On per accendere la redditività delle colture industriali

YieldON, la rivoluzionaria soluzione di Valagro in grado di aumentare la produttività delle colture industriali, in maniera naturale e nel pieno rispetto della fisiologia della pianta, nato grazie all'integrazione delle più innovative tecnologie come la genomica, la fenomica e il sequenziamento del Dna (Ngs).
Il risultato è un maggior reddito per l'agricoltore ed un'ottimale ritorno sull'investimento garantito da Valagro.

In questo caso, Valagro ha utilizzato un nuovo approccio integrato tra le "scienze omiche e le indagini in campo" per caratterizzare l'effetto fisiologico di YieldOn in diversi modelli di pianta (Arabidopsis thaliana, mais e soia).
Più del 65 % (s.s) della composizione è caratterizzata da una selezione di estratti vegetali appartenenti a tre distinte famiglie di piante ed alghe con aggiunta di microelementi come Mn, Zn e Mo.
 

Come YieldON aumenta la produttività

La nuova tecnologia Next generation sequencing (Ngs) permette di individuare i geni coinvolti nell'aumento della produttività della pianta.

Grazie a questa nuova tecnologia, YieldOn agisce a livello molecolare:
  • migliore trasporto di zuccheri e nutrienti;
  • stimolazione della divisione cellulare > aumento del numero e delle dimensione dei semi;
  • biosintesi e trasporto degli acidi grassi (rilevato solo in soia).
Piante trattate con YieldOn sono state messe a confronto con quelle non trattate ed indagate con la tecnologia Ngs.
Con questa comparazione sono stati identificati 949 geni coinvolti nel mais e 134 nella soia.
Tale modulazione dell'espressione genica è stata individuata anche in altre colture industriali di interesse.

Alcuni risultati relativi alle prove di campo 2019 che attestano la validità del prodotto su diverse varietà, zone e colture.
 


Prova di campo effettuata nella provincia di Bologna, 
su mais da seme, varietà Pioneer



Prova di campo effettuata nella provincia di Verona, 
su Riso, varietà Vialone nano.



Prova di campo effettuata nella provincia di Vicenza, 
su Riso, varietà ibrido



Prova di campo effettuata nella provincia di Milano, 
su Soia, varietà Amma