La difesa del frumento da Mal del Piede e Septoria

Le soluzioni di Sipcam Italia per un intervento tempestivo dalla fase di accestimento-inizio levata

Contenuto promosso da Sipcam Italia, Sipcam Italia :: brand Agroqualità
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

sipcam-ma-del-piede-frumento.jpg
Il Mal del Piede del grano
Per Mal del piede si intende un complessa sintomatologia fungina che si manifesta sulle radici e sulla parte basale del culmo del frumento, a cui possono concorrere più agenti patogeni, quali, fra i più frequenti: Ofiobolo (Ophiobolus graminis), Cercosporella (Cercosporella herpotricoides), Rizoctonia (Rhizoctonia cerealis) e quelli appartenenti al genere Fusarium (F. nivale, F. culmorum, F. graminearum).
Il Mal di piede si manifesta con imbrunimento della parte basale dei culmi accompagnato da alterazioni delle radici sulle quali si differenza una tipica crosta nerastra. In conseguenza di ciò si ha un arresto dello sviluppo dei culmi di accestimento, e quindi una riduzione del numero di spighe a mq; se i culmi affetti arrivano a formare la spiga, si disseccano precocemente, sbiancandosi, e la spiga resta vuota.
 

Il Mal del piede è favorito da ristoppi, sementi non conciate, semine fitte, da ristagni idrici e da uno stato di indebolimento delle piante. La sintomatologia si può evidenziare a fine primavera come conseguenza di andamenti stagionali umidi e piovosi, con temperature sui 12-20°C.

La Septoria spp
Il complesso della septoriosi è una patologia del frumento causata da due distinti agenti: Septoria tritici (Mycosphaerella graminicola) e Stagonospora nodorum (Phaeosphaeria nodorum).

La sintomatologia della malattia è rappresentata essenzialmente dalla formazione di lesioni allungate sull’apparato fogliare della coltura che successivamente necrotizzano portando al disseccamento della lamina fogliare. Sulle lesioni fogliari successivamente appaiono i picnidi, corpi fruttiferi del fungo, di forma rotondeggiante e colore nero, contenenti i conidi che rappresentano
gli elementi di propagazione dell’infezione attraverso la pioggia e il vento. È evidente il danno arrecato sulla coltura allorché la malattia si diffonde dalle foglie più basse alla foglia bandiera che, come noto, rappresenta la principale fonte di nutrimento della spiga.

Negli ultimi anni, si è assistito ad una graduale escalation della malattia, principalmente dovuto alla diffusione di varietà particolarmente apprezzate dal mercato, ma molto sensibili al patogeno ed ad un andamento climatico favorevole (forte piovosità fino ad fine aprile), che causa importanti attacchi a partire dall’inizio della levata fino allo stadio di foglia bandiera ed emissione della spiga, con gravi ripercussioni sulla produzione.
 
Horta 2013: Septoria sp. su frumento non trattato
Horta 2013: frumento protetto con Clortosip 500 SC

Il grano si presenta in questo inizio 2014 eccessivamente fitto, sviluppato e indebolito da un inverno mite e da piogge abbondanti, ben al di sopra della media stagionale e sofferente per il cattivo sgrondo delle acque e il compattamento dei terreni. Queste condizioni sono particolarmente favorevoli ad attacchi di Mal del piede e Septoria.

 
Sipcam Italia consiglia di intervenire tempestivamente
dalla fase di accestimento-inizio levata con



 
N.B. Enovit Metil FL e Clortosip 500 SC sono miscibili con fungicidi a diverso meccanismo d’azione come strobilurine e triazoli e con gli erbicidi di post-emergenza come Kicker, Nuance e Fenoxilene Max.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.490 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner