L'Università statale di Milano punta sull'agricoltura di precisione

L'obiettivo è quello di formare professionisti specializzati in tecnologie innovative per interventi agronomici mirati

robot-agricoltura-precisione-vertical-farming-by-zapp2photo-fotolia-750.jpeg

Nuova laurea magistrale per l'anno accademico 2019-2020
Fonte foto: © zapp2photo - Fotolia

C'è un nuovo corso di laurea magistrale all'Università statale di Milano per l'anno accademico 2019-2020.
Presso la Facoltà di Scienze agrarie e alimentari, il nuovo percorso in Agricoltura di precisione nasce da una specifica esigenza del mondo del lavoro che ricerca figure capaci di applicare nuove strategie di gestione in agricoltura.

Alla luce dell'attuale evoluzione delle aree agricole più avanzate a livello nazionale ed europeo, il percorso formativo si focalizza su tre ambiti:
  • la gestione dell'azienda agraria e le sue relazioni con i mercati, le filiere di trasformazione, l'ambiente e il territorio su cui opera;
  • l'allevamento animale, la filiera agro-zootecnica e i relativi rapporti con l'ambiente e la sicurezza alimentare;
  • l'applicazione dei metodi propri dell'agricoltura di precisione e la gestione delle tecnologie digitali ad essa collegate.

Le competenze acquisite dal laureato contribuiranno ad affrontare le attuali sfide dell'agricoltura, puntando all'ottimizzazione delle risorse (acqua, fertilizzanti, sementi, alimenti zootecnici, energia, ecc.) per adattarle alle specifiche esigenze di campo e di stalla, al fine di ottenere produzioni abbondanti, di elevata qualità, sicure e nel rispetto dell'ambiente.

Il corso, che darà ai laureati una consapevolezza delle funzioni di una moderna agricoltura, formerà un profilo tecnico a elevata specializzazione che potrà trovare sbocchi occupazionali in diversi ambiti:
  • erogazione di servizi innovativi alle aziende agrarie;
  • assistenza tecnica nella gestione dei dati e dei sistemi di agricoltura di precisione;
  • sviluppo di tecnologie digitali e dell'automazione per l'agricoltura.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.851 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner