Jogg e Gulfstream: doppio colpo alle malerbe dell'olivo

Le due registrazioni di Rotam Agrochemicals offrono ampio spettro d'azione, alta efficacia e usate in combinazione o miscela scongiurano anche eventuali resistenze

Contenuto promosso da Rotam Agrochemical Europe
olivo-donatello-sandroni.jpg

Massima pulizia negli uliveti con due soluzioni sole

In tema di diserbi olivo Rotam Agrochemicals detiene in Italia due differenti registrazioni, ovvero Jogg e Gulfstream. Il primo è formulato in granuli idrodispersibili e contiene flazasulfuron in ragione del 25%. Il secondo è invece una sospensione concentrata a base di glifosate e diflufenican in ragione rispettivamente di 270 e 30 grammi per litro.

Gulfstream è di fatto un erbicida sistemico  ad ampio spettro atto al controllo di ogni genere di infestante. I suoi meccanismi d'azione rientrano nei gruppi G e F1 del Hrac.

Jogg è invece una solfonilurea a comportamento residuale che assicura la massima pulizia nelle piazzole di raccolta per diversi mesi. Il suo meccanismo di azione, come Als inibitore, lo colloca nel gruppo B  del Hrac.

Il loro uso, alternato o in miscela, assicura quindi non solo la massima efficacia nel controllo delle infestanti, bensì anche contrasta fenomeni di resistenza da parte delle malerbe stesse. Quando la miscela viene applicata su infestanti nelle prime fasi vegetative è capace inoltre di assicurare un controllo eccellente per alcuni mesi, grazie all’azione retroattiva, garantita soprattutto da glifosate, e da quella residuale assicurata da diflufenican e, soprattutto, flazasulfuron.
 

Modalità di impiego

Gulfstream va applicato negli uliveti in ragione di 4 L/ha, avendo cura di non superare il 50% della superficie degli appezzamenti. Il numero massimo ammesso all’anno è di due trattamenti: il primo a partire dalle prime fasi della fioritura della coltura fino al 50% della pezzatura finale delle drupe, in sostanza da marzo ad aprile. La seconda applicazione può invece essere effettuata da settembre a dicembre prima dell’applicazione delle reti di raccolta. L’intervallo di sicurezza è pari a 7 giorni.

Da parte sua Jogg va applicato fra le piante (in banda lungo il sottofila, o in aree localizzate) in modo da non trattare più di 1/3 della superficie coltivata. Il trattamento va effettuato nel periodo ottobre-marzo, alla dose di 160 g/ha, utilizzando volumi d’acqua di 200-400 litri/ha.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.680 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner