La nuova proposta di Chimiberg per la difesa della vite

Fidelity, Belthirul e Piretro Actigreen proteggono i vigneti da insetti che possono impedire un buon raccolto

Contenuto promosso da Chimiberg
vite-vigneto-vigna-vino-viticoltura-vitivinicoltura-by-francescomou-fotolia.jpg

Come proteggere i vigneti con i prodotti proposti da Chimiberg (Foto di archivio)
Fonte foto: © francescomou - Fotolia

Proteggere i nostri vigneti da insetti pericolosi è indispensabile per ottenere buoni raccolti ed evitare che le patologie fungine si insinuino là dove l'insetto ha lasciato una lesione.
Per questo Chimiberg rinnova il proprio catalogo proponendo tre prodotti: Fidelity, Belthirul e Piretro Actigreen.

Fidelity è un agrofarmaco a base dell'innovativa sostanza attiva spinetoram 12% (120 g/l), in formulazione sospensione concentrata (SC), priva di solventi fonte di odore soprattutto in periodi caldi; ha elevata efficacia nei confronti di importanti insetti dannosi della vite da vino (oltre a tignola e tignoletta, anche i tripidi che rappresentano un problema crescente); manifesta una forte attività larvicida per contatto ed è attivo anche per ingestione.
Completa il favorevole profilo di efficacia l'adeguata persistenza d'azione, caratteristica migliorativa rispetto ad altri principi attivi appartenenti alla medesima famiglia chimica.

Fidelity garantisce infatti efficacia anche in condizioni di luminosità e di temperatura elevate, tipiche del periodo in cui il suo impiego è maggiormente desiderato. Fidelity è cruciale per il controllo delle tignole della vite: le dosi autorizzate variano da 200 ml/ha a 300 ml/ha (dose consigliata 250 ml/ha), con flessibilità d'impiego che rende la soluzione semplice e di immediato effetto per le applicazioni larvicide nei primi mesi estivi (giugno-luglio), fondamentali per evitare danni sugli acini e ridurre le vie d'ingresso a funghi opportunisti come la botrite, ma anche in piena estate per il controllo di generazioni tardive di tignole e su vitigni a maturazione maggiormente ritardata. Prodotto originale Corteva.
 
Belthirul è un insetticida biologico a base di Bacillus thuringiensis var. kurstaki (ceppo PB 54), attivo su numerose specie di lepidotteri dannosi. La dose d'impiego autorizzata su vite (da vino e da tavola), per il controllo di tignola e tignoletta, è compresa tra 0,5 e 1 kg/ha (dose consigliata 0,75 kg/ha), con massimo 3 trattamenti anno. Alla sua formulazione sono state aggiunte sostanze naturali ad azione schermante nei confronti dei raggi UV che, riducendo la fotodegradazione, favoriscono una maggiore stabilità delle δ-endotossine.
Inoltre, dal momento che il prodotto agisce esclusivamente per ingestione verso le larve di lepidotteri, interrompendone il processo di alimentazione poco dopo l'ingestione, è stato aggiunto un appetizzante per favorire l'ingestione del prodotto e potenziarne l'efficacia.
Belthirul possiede un breve intervallo di sicurezza ed è selettivo sull'entomofauna utile. Ricordiamo che l'efficacia è massima trattando popolazioni di larve nei primi stadi di sviluppo.

Scarica la brochure

Piretro Actigreen, a base di piretro naturale 2% (18,61 g/l) in concentrato emulsionabile, è attivo per contatto, oltre che su tignola e tignoletta, anche su cicaline (tra cui scafoideo). Il prodotto è stato recentemente ri-registrato mantenendo un'etichetta ampia con possibilità d'impiego su numerose colture. Su vite (da vino e da tavola) la dose d'impiego autorizzata è di 160 ml/hl, con un volume d'acqua massimo di 1.500 lt/ha
(dose massima 2,4 lt/ha) per un massimo di 3 trattamenti all'anno. Consigliata l'acidificazione della miscela (pH 5-6).
 
Tabella Linea Vite Chimiberg
Linea di difesa per vite da vino
(Clicca sull'immagine per ingrandire)

 

Posizionamento su tignole

Il posizionamento suggerito per Fidelity è nei confronti della seconda o della terza generazione a schiusura uova (corrispondente al picco di volo degli adulti, monitorato attraverso l'uso di trappole a feromoni) con la vite ad allegagione/accrescimento acini.
Trattamenti sulla prima generazione sono meno frequenti, anche se utili in caso di elevata presenza di insetti: se necessario il trattamento può essere anticipato posizionando Belthirul per la protezione dei grappoli fiorali.

Belthirul e Fidelity si integrano in una linea di difesa che preveda più trattamenti, anche in caso di interventi più tardivi (per esempio sulla terza generazione della tignoletta). Utile anche l'integrazione con Piretro Actigreen, valido strumento di controllo per scafoideo, vettore della flavescenza dorata per cui è in vigore un decreto di lotta obbligatoria: si suggerisce il posizionamento dopo Fidelity (in seconda generazione di tignole), con finalità abbattente larvicida, monitorando la presenza di Scafoideo.
Nel caso si operi in regime di agricoltura biologica (Reg. 834/07/CE e successive modifiche) i formulati consentiti sono Belthirul e Piretro Actigreen.
 
Supereroi Chimiberg
Clicca sull'immagine per saperne di più
 
Agrofarmaci autorizzati dal ministero della Salute. Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l'attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta.