Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Eco-Trap, trappole "Attract and kill" contro la mosca dell'olivo

La trappola che contiene un attrattivo alimentare, rivestito all'esterno di carta speciale trattata con un piretroide insetticida, è ammessa in agricoltura biologica

Info aziende
sacchetto-eco-trap-trappola-fonte-biogard.png

Eco-trap è commercializzato come esca pronta all'uso e non richiede alcun tempo di carenza

L'olivicoltura rappresenta un'eccellenza per l'Italia e quindi a maggior ragione l'impiego di tecniche di difesa sostenibili rappresenta uno dei fattori fondamentali per ottenere un prodotto di qualità.

In questo contesto Biogard®, divisione di Cbc Europe Srl., punto di riferimento nel settore dei mezzi di controllo biologico propone Eco-Trap, trappole "attract and kill" contro la mosca dell'olivo. 

La linea Biogard propone l'impiego della trappola BacTrap (2-3 trappole/ha) per il monitoraggio del fitofago ed entro la prima metà di luglio l'applicazione di Eco-Trap (metodo Attract&Kill) che sfruttano un attrattivo alimentare e un dispenser di feromone sessuale per attirare rispettivamente le femmine e i maschi a contatto con un pannello trattato con deltametrina, che ne causa la morte.

Eco-Trap è una trappola a basso impatto ambientale, specifica per il controllo della mosca dell'olivo.

Il metodo Attract&Kill si basa su un'azione preventiva di abbattimento degli adulti della mosca dovuta a due modalità attrattive che agiscono sinergicamente: 
  • un feromone sessuale che attira i maschi; 
  • di sali d'ammonio, contenuti nel sacchetto, che costituiscono un attrattivo alimentare per maschi e femmine del fitofago.

La combinazione tra l'attrattivo alimentare e il feromone sessuale è di fondamentale importanza per il successo della difesa da questo pericoloso fitofago.

Eco-Trap è costituita da un sacchetto in polietilene (dimensioni di 15 x 20 cm) che contiene un attrattivo alimentare, rivestito all'esterno di carta speciale trattata con un piretroide insetticida (deltametrina), che per questa specifica applicazione, non a contatto con la vegetazione, è ammesso in agricoltura biologica. Unitamente alla busta viene fornito un dispenser contenente il feromone (attrattivo sessuale).
Una volta attivata, gli adulti della mosca vengono attirati sulla superficie della trappola e, dopo averla toccata, muoiono rapidamente.

Per un'ottimale erogazione delle sostanze attrattive, in fase d'installazione delle trappole in campo, è necessario praticare un forellino del diametro di un millimetro sia sul dispenser di feromone (nella parte vuota della capsula), che nella parte centrale della metà superiore del sacchetto.
È opportuno che le trappole così predisposte siano collocate nella zona medio alta della chioma della pianta di olivo, evitando l'esposizione diretta ai raggi solari ed il contatto con rami e foglie.

Una trappola rimane attrattiva per almeno 5-6 mesi. L'epoca di installazione coincide con l'inizio della presenza di adulti della mosca olearia nell'oliveto.
Questa presenza può essere individuata attraverso l'utilizzo di trappole per il monitoraggio (Bac-Trap). Indicativamente si può individuare il periodo di fine giugno-prima metà di luglio come epoca migliore per l'installazione del primo quantitativo di Eco-Trap per poi eventualmente, in un secondo periodo fine agosto-settembre, potenziarle per far fronte all'eventuale incremento di popolazione dell'insetto.
Di solito si consiglia di utilizzare una trappola ogni due piante in caso di oliveti giovani o di media taglia (con densità di impianto di 200-400 piante/ha), mentre va applicata una trappola a pianta nel caso di olivi alti più di 5 metri (e con un numero di 100-150 piante/ha).
Con densità di impianto superiori (600-800 piante/ha) le trappole possono essere appese ogni 3-4 piante. Il numero di trappole/ha non deve mai essere inferiore a 100. 

In prove sperimentali l'impiego di Eco-Trap si è dimostrato comparabile ai rispettivi testimoni condotti con insetticidi convenzionali, sia in termini di frutti attaccati durante la maturazione, sia come frutti danneggiati in raccolta.
Il sistema di lotta, tipicamente preventivo, esprime la massima efficacia quando applicato su grandi uliveti (oltre mille piante) o su uliveti con piante di media altezza, mai al di sotto di una superficie di 1-2 ha (con un campo di forma regolare). Evitare l'impiego su piccoli uliveti adiacenti ad altri non trattati con Eco-Trap.

Il sistema si integra perfettamente con altri metodi di lotta, compreso l'uso di insetticidi di sintesi; in agricoltura biologica, in caso di elevate infestazioni si può intervenire con piretro naturale per abbassare la popolazione della mosca, mentre in prossimità della raccolta (quando tra l'altro le trappole possono essere meno attrattive) si può trattare con Beauveria bassiana (Naturalis®).
 
Naturalis

L'uso delle Eco-Trap è permesso in agricoltura biologica per il controllo della mosca dell'olivo; in accordo con il Reg. Ce 2092/91 e sue successive modifiche, Reg. CE 1488/1997 e 473/2002 è registrato presso il ministero della Salute con il n°. 11107 dei 29/11/2001.
Eco-trap è commercializzato come esca pronta all'uso e non richiede alcun tempo di carenza.


Vantaggi delle Eco-Trap

L'impiego di Eco-Trap si traduce per l'agricoltore in diversi vantaggi:
  • controllo efficace della mosca dell'olivosenza trattamenti con insetticidi tossici; 
  • vantaggio per l'operatore in quanto viene eliminato il rischio di contaminazione durante la distribuzione degli insetticidi convenzionali;
  • esente da residuo e da tempo di carenza; 
  • riduce al minimo l'impatto sull'ambiente e sull'entomofauna utile.