Consorzio di bonifica destra Sele, tributi tagliati del 10% sul 2020

La settimana scorsa da Salerno l'annuncio del presidente Busillo, che ha confermato come nell'ultimo triennio l'imposizione sulla bonifica e la tariffa per l'acqua irrigua si siano ridotte di circa il 25%

diga-persano12dic2019consorzio-destra-sele.jpg

A breve saranno appaltati i lavori di consolidamento della diga di Persano (in foto), che consentirà di recuperare più acqua irrigua
Fonte foto: © Consorzio di bonifica destra Sele

E' in arrivo una riduzione del 10% in bolletta per i contribuenti del Consorzio di Bonifica destra Sele, in provincia di Salerno. Ad annunciarlo il presidente Vito Busillo all'indomani dell'approvazione del bilancio di previsione. Ad essere interessati sono gli 11mila contribuenti, in gran parte imprenditori agricoli, che usufruiscono dei servizi del Consorzio.

Questo ultimo taglio dei tributi è un vero e proprio "record" per il Consorzio che, nell'ultimo triennio, ha abbassato i ruoli di quasi il 25% rispetto agli anni precedenti. Il taglio appena approvato, del 10%, sarà in vigore dal primo gennaio 2020.

"Dal 2015 - spiega il presidente Busillo - grazie a una serie di economie di gestione e con la piena operatività degli impianti energetici, abbiamo ridotto il contributo di bonifica e di irrigazione, dieci punti percentuali solo quest'anno. E' un segnale di buona amministrazione, ottenuto grazie a un risparmio complessivo dei costi di gestione, a una maggiore efficienza delle attività del Consorzio, a una drastica riduzione dei costi di servizi esterni di manutenzione, ora tutti realizzati in house, e alla piena funzionalità degli impianti di produzione energetica che consentono, alle casse, un risparmio di circa un milione di euro all'anno con un efficientamento del sistema".

Capitolo a parte merita la manutenzione.
Grazie all'assunzione di lavoratori stagionali, che operano sui 24mila ettari di territorio di competenza del Consorzio, viene garantita la piena funzionalità delle reti di irrigazione e degli impianti, scongiurando allagamenti anche nei periodi di intense piogge, come quelle appena trascorse.

"Non abbiamo subito inondazioni dei terreni agricoli o problemi alla viabilità rurale - sottolinea Busillo - a dimostrazione che una corretta manutenzione delle reti e degli impianti permette una puntuale gestione del territorio. E gli investimenti proseguono, grazie a un finanziamento di 13 milioni di euro ricevuto dal ministero per l'Agricoltura che ci consentirà di ammodernare la rete irrigua in località Cioffi e a 9 milioni di euro di fondi regionali per il Collettore Tusciano nel comune di Battipaglia, indispensabile per la difesa idraulico e idrogeologica di quel tratto di territorio".

Infine, l'ente ha ricevuto, dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, 10 milioni di euro per l'adeguamento idraulico e sismico della Diga di Persano sul fiume Sele, che consentirà di incrementare la sicurezza con il recupero della capacità di invaso e il miglioramento complessivo della rete irrigua. Sono già partite le gare per l'affidamento dei lavori.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.744 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner