Fila binata, innovazione per l'alta densità di semina

In campo con Matermacc: in prova, la seminatrice MS Twin. Prima puntata: la parola al contoterzista

Cristiano Spadoni di Cristiano Spadoni

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

matermacc-ms-twin-semina-mais-fila-binata-dekalb-alta-densita-macchine-agricole-by-agronotiziecs750.jpg

Crema (CR), aprile 2014: in campo con Matermacc, per approfondire caratteristiche e esperienze d'utilizzo della seminatrice pneumatica di precisione a file binate MS Twin
L'attrezzatura è stata impiegata prima in via sperimentale e attualmente a pieno regime in aree maidicole in cui i produttori hanno optato per l'alta densità di semina.
Con la semina a file binate, affiancata alle innovazioni nella genetica, il risultato è una migliore distribuzione del seme nello spazio disponibile a garanzia di un utilizzo più razionale di acqua, luce ed elementi nutritivi da parte delle singole piante. Inoltre tale tecnica permette di mantenere lo stesso cantiere di lavoro e le stesse operazioni agronomiche usate nella tecnica tradizionale.

"La tecnica della fila binata ha sicuramente degli ottimi vantaggi" segnala Roberto Negroni, Agromeccanica Negroni, coinvolto nell'iniziativa Biogas Attack "ed è stata provata da vari miei clienti nelle proprie aziende. Quest'anno sarà la prova del nove, con l'obiettivo di far fronte ad una superficie sempre maggiore dedicata a questa tecnica agronomica".
Negroni segnala che i migliori risultati si ottengono in aziende con impianti di irrigazione a pioggia o pivot. La tecnica può essere impiegata anche su superfici irrigate a scorrimento, dato che "riusciamo sia a rincalzare e sarchiare, sia a trattare superando qualsiasi ostacolo".

"Alcuni accorgimenti molto importanti sono stati adottati nella costruzione della macchina, quali la possibilità di seminare a interfila 70 e interfila 75 senza nessun problema" sottolinea Negroni "Apriamo e chiudiamo idraulicamente e in trenta secondi passiamo da un'interfila all'altra. C'è un altro aspetto molto vantaggioso: coltivando una superficie bagnata a scorrimento, avevamo la necessità di fare degli argini ad intervalli regolari fra le file. Nello spazio ristretto della fila binata (ossia il 48 e il 52) avevamo riscontrato in un primo momento un vincolo di processo. Matermacc ha apportato una modifica in fabbrica per cui possiamo aprire l'elemento centrale, lasciando la luce libera di 70 centimetri, riuscendo così a creare gli argini anche nelle file binate".


Link per approfondimenti: Matermacc MS Twin
Scarica qui il PDF con i dettagli.

Guarda il video per maggiori approfondimenti.
Iscriviti al canale Youtube per non perderti la prossima puntata.
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Autore:

Tag: interviste macchine agricole sementi biogas video bioenergie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 222.256 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Fotogallery