Mercati italiani: ricercati gli articoli ortofrutticoli estivi

6 e 7 giugno 2019. Leggero rialzo per i frumenti di forza nazionali. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

Il mercato italiano del 6 e 7 giugno 2019

Ortofrutta

(produzione e mercati all'ingrosso italiani, venerdì 7 giugno 2019)
Nei mercati all'ingrosso si è notato un buon tono di mercato: l'arrivo delle alte temperature ha causato uno squilibrio fra domanda e offerta.
I prezzi dei prodotti tipicamente estivi sono allora andati in rialzo – è il caso per esempio dei meloni e delle angurie. Alla produzione (Borsa frutticola della Cciaa di Bologna) i prezzi appaiono interessanti per le albicocche (cv Luna cal 40 alla rinfusa casse/bins: 0,70-0,80).
Prima quotazione per le cipolle a 0,42-0,48 euro/kg (franco magazzino, 50/80 contenitori acquirente).
In esaurimento gli asparagi anche nel Nord della penisola.
In settimana sono attese le prime quotazioni per le pesche cvv May Crest e Spring Crest dall'areale romagnolo.
 

Cereali e foraggi

(riunione Borsa merci Bologna, giovedì 6 giugno 2019)
In rialzo i frumenti teneri di forza nazionali (+ 2 euro/tonnellata), stabili i frumenti di forza canadesi, lieve aumento per i frumenti comunitari (+1 euro/tonnellata).
Sale anche il granoturco secco sia nazionale (+1 euro/tonnellata) sia comunitario (+2 euro/tonnellata).
Sempre in calo i cruscami (da -2 a -7 euro/tonnellata) come anche le farine di soia (da -5 a -10 euro/tonnellata).

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.233 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner