Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Raynox Plus, la "protezione solare" per mela e pomodoro

L'emulsione acquosa di Xeda è a base di cera carnauba che, attraverso la formazione di un film protettivo, filtra raggi ultravioletti ed infrarossi

Info aziende
raynox-plus-fonte-xeda.jpg

Raynox Plus non viene dilavato dalla pioggia o dall'irrigazione e non è fitotossico

Forse non tutti sanno che la cera carnauba è un additivo alimentare utilizzato anche come agente lucidante nell'industria alimentare, in particolare in alcuni tipi di caramelle come M&M's, Smarties e Tic Tac. Forse no, ma tutti devono sapere che la medesima cera carnauba è ampiamente impiegata in agricoltura nella protezione di ortaggi e frutti dalle scottature del sole.

Xeda Italia propone Raynox Plus, un'emulsione acquosa a base di cera carnauba che agisce preventivamente limitando gli effetti negativi attraverso la formazione di un film protettivo che filtra raggi ultravioletti ed infrarossi, contenendo la temperatura superficiale del frutto e della luce riducendo gli stress che conducono ai fenomeni di ossidazione e degradazione.

Le condizioni ambientali sono sempre più variabili e in seguito al surriscaldamento globale e all'aumento generalizzato delle temperature, le scottature sono un fenomeno sempre più importante e diffuso, anche in zone dove fino a qualche anno fa, non sussisteva alcun problema.

I sintomi esterni si manifestano attraverso sbiancamenti e imbrunimenti, ma anche con aree decolorate o addirittura necrotiche mentre internamente le alterazioni sono a carico del contenuto lipidico e proteico.

Le alte temperature, abbinate ad elevata radiazione solare, generano nel frutto un forte stress ossidativo a cui la pianta reagisce mettendo in atto una serie di accorgimenti fisiologici che prevedono il coinvolgimento di antociani, flavonoidi, vitamina C, sostanze fenoliche e svariati enzimi. Quando però, questo sistema viene "sovraccaricato", iniziano a manifestarsi i primi sintomi di scottatura. Un ulteriore aspetto problematico è rappresentato dal fatto che talvolta la manifestazione avviene successivamente alla raccolta, incidendo negativamente sulla valutazione qualitativa e commerciale del prodotto immagazzinato.

Raynox Plus va applicato da solo per aspersione al 2,5-3% avendo cura di rispettare la dose minima per ettaro di 25 litri di prodotto, applicandolo su entrambi i lati della coltura di melo oppure sul lato più esposto al sole in funzione dell'orientamento dei filari di piante nel frutteto. Il trattamento va ripetuto almeno tre volte durante l'accrescimento e colorazione dei frutti. I volumi di soluzione da applicare dipendono da vari fattori, ma è importante comunque avere una buona copertura della frutta esposta.

Grazie alle sue caratteristiche intrinseche, Raynox Plus non viene dilavato dalla pioggia o dall'irrigazione, non è fitotossico, non è pericoloso per gli insetti utili e non interferisce sui normali processi di maturazione e colorazione del frutto.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner