Envy, un "dolce desiderio"

Dolce, croccante e rosso fuoco: Enza, Vog e Vip hanno presentato a Interpoma l'innovativa mela neozelandese

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mela.jpg

Envy® Scilate*: è un incrocio tra Royal Gala e Braeburn, presenta striature rosse, è di grandi dimensioni ed è molto croccante, dolce e succosa
Fonte foto: © Agronotizie

Presentata all'edizione 2014 dell'Interpoma di Bolzano la nuova mela Envy® Scilate*, appartenente al segmento delle mele più dolci e croccanti ma che si distingue dalle altre per le sue eccellenti proprietà organolettiche.

"Envy è nata nel 1985 in Nuova Zelanda presso l'Hort Research Institute di Havelock - spiega Marc Leprince, Eu program Manager di Enza (brand di Turner & Growers-, dopo un lungo lavoro d'ibridazione. L'azienda Turner & Growers ne ha poi acquisito l'esclusiva dei diritti mondiali di coltivazione e commercializzazione da Plant&Food Research. Questa nuova varietà è un incrocio tra Royal Gala e Braeburn, presenta striature rosse, è di grandi dimensioni ed è molto croccante, dolce e succosa. Tutte queste caratteristiche soddisfano appieno i gusti del consumatore moderno. In Nuova Zelanda è disponibile da giugno a settembre, mentre in Europa da ottobre ad aprile".

"Questa mela ha caratteristiche simile ad una Fuji ed è quindi inseribile nel segmento delle mele 'Super dolci' spiega Gerhard Dichgans, direttore del Consorzio Vog -. Questo segmento è molto interessante al momento ed è coperto solo dal gruppo delle mele Fuji, che però non sono in grado di soddisfare la domanda totale di queste mele richieste dai consumatori. Le mele 'Super dolci' individuano quelle caratteristiche ricercate dal nuovo consumatore: bel calibrobella colorazionedolcezzagustoaroma intensocroccantezzafreschezzasuccosità. Questi aspetti sono propri di Envy®, e noi crediamo di aver trovato la mela adatta e dal grande potenziale".

Un momento della presentazione di Envy® ad Interpoma 2014 - Nella foto (da destra): Josef Wielander (Vip), Marc Leprince (Enza) Didier Groven (Enza), Gerhard Dichgans (Vog) e Georg Koessler (Vog)
 

Entro il 2020 si vuole produrre e commercializzare nel mondo un totale di 100 mila tonnellate di mele Envy®. Attualmente questa mela è coltivata prevalentemente in Nuova Zelanda. Per raggiungere questo obiettivo è stato lanciato un progetto che coinvolge cinque continenti. Come parte di questo progetto globale, nel 2012 Vog - Consorzio delle cooperative ortofrutticole dell'Alto Adige e Vip - Associazione delle cooperative ortofrutticole della Val Venosta hanno stipulato un contratto con Enza che garantisce alle due associazioni diritti di coltivazione esclusivi per l'Italia e la possibilità di piantare - a partire dal 2013 - 370 mila alberi entro il 2016 su una superficie di terreno di oltre 110 ettari in Alto Adige (due terzi dei quali nell'area di produzione di Vog e un terzo nell'area di produzione di Vip).

"Nelle stagioni di massima resa, questi frutteti impiantati in Alto Adige dovrebbero produrre un raccolto annuale pari a 6 mila tonnellate - continua Gerhard Dichgans, direttore del Consorzio Vog -. A questa produzione in futuro andranno ad aggiungersi i raccolti provenienti da altre regioni europee (es. Spagna e Francia) per raggiungere un volume di circa 10 mila tonnellate da collocarsi sul mercato europeo. La Enza gestirà la commercializzazione nei mercati dell'Europa centrale e settentrionale, mentre Wwf (Regno Unito) si occuperà del mercato britannico. Vog e Vip saranno a loro volta responsabili dello sviluppo del mercato italiano e riforniranno diverse nazioni del bacino del Mediterraneo insieme ai partner di Enza che detengono i diritti di coltivazione di Envy® in questi Paesi. Le importazioni dalla Nuova Zelanda e la produzione in Europa dovrebbero riuscire a soddisfare la domanda europea nell'arco dell'intero anno".

 
Interview with Marc Leprince, Enza Europe Variety Manager - The story behind Envy®
 
Josef Wielander, direttore Vip (Mela Val Venosta), parla di Envy®, novità sul mercato italiano (frutto della collaborazione con Enza Europe)
 
 
Gerhard Dichgans, direttore del Consorzio Vog - da Interpoma, fiera internazionale dedicata alla mela

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: frutticoltura innovazione varietale mercati interpoma presentazioni e prove in campo

Temi caldi: Interpoma 2014

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 218.195 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner