In Gazzetta, varietà che vengono e agrofarmaci che vanno

Si arricchisce il Registro delle sementi e della vite, mentre giovani e bieticoltori avranno nuovi aiuti. Dall'Unione via libera a carne Usa e insetti. Dito puntato su mancozeb e dimossistrobina. Attenti ai nuovi "alieni"

Angelo Gamberini di Angelo Gamberini

gazzetta-ufficiale-gli-aggiornamenti-fonte-agronotizie.jpg

Una rassegna delle normative di maggiore interesse per il settore agroalimentare pubblicate in giugno

La Gazzetta italiana …

Aiuti ai giovani
E' pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'8 giugno il decreto che stabilisce le misure in favore dell'imprenditorialità giovanile in agricoltura.
Come specificato all'articolo 3, il decreto prevede la concessione di mutui agevolati a tasso zero della durata massima di dieci anni.
L'importo finanziabile non può però superare quota 1,5 milioni di euro e il progetto deve essere finalizzato al rendimento e alla sostenibilità.
Le domande vanno presentate a Ismea, che accerterà la presenza dei requisiti previsti.
La stessa Ismea avrà la facoltà di effettuare controlli e accertare il mantenimento dei requisiti previsti.

Nuove varietà
Nuove varietà di mais (SY Fontero, SY Kastil, SY Maravi, CS Visanti, Farmaxus e Farmandus) entrano a pieno diritto nel registro nazionale delle varietà dei prodotti sementieri, come prevede la Gazzetta ufficiale del 18 giugno.
Sempre nello stesso registro vengono iscritte anche nuove varietà di girasole (InSun 233 CLP) e di frumento duro (Tenaris).

Novità anche per il registro nazionale della varietà di vite, che vede la presenza di nuovi vitigni per uve da vino (Bombino bianco B., Bonarda M., Cagnulari N., Croatina N., Franconia N., e Meunier N.) e per le uve da tavola (Red Globe Rs.).
Lo prevede il decreto del ministero per le Politiche agricole pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 26 giugno.

Genetica suina
La Gazzetta ufficiale del 23 giugno ospita un aggiornamento sulle modalità di ammissione e controllo dei tipi genetici dei suini per la produzione di salumi a denominazione di origine.
Si specifica che in ragione dei tempi biologici necessari nella produzione del suino pesante, l'eventuale rigetto della richiesta di iscrizione lascia comunque la possibilità di utilizzo dei riproduttori per un periodo di 12 mesi, purché se ne dia adeguata informazione.

Una proroga per il bio
Arriva un'ulteriore proroga dei termini previsti per la gestione informatizzata dei programmi di produzione con metodo biologico.
Lo prevede il decreto del Mipaaf pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 28 giugno, dove si legge nel suo unico articolo che il termine in precedenza fissato al 15 giugno è prorogato al 20 luglio del 2021.

Aiuti alla bieticoltura
Dal Mipaaf fanno sapere che il ministro Stefano Patuanelli ha firmato il decreto che disciplina la erogazione delle risorse del fondo per il sostegno alla bieticoltura. Il Fondo prevede la disponibilità di 25 milioni di euro da liquidare entro la fine di quest'anno . Lo steso decreto definirà le modalità di accesso ai sostegni, che saranno legati alle superfici coltivate a barbabietola da zucchero.


… e la Gazzetta europea

Lotta agli "alieni"
La Spodoptera frugiperda è originaria dei climi tropicali e subtropicali ed è un insetto polifago che predilige alcune erbacee selvatiche e coltivate, quali il mais, il riso, il sorgo e altre.
Per limitarne la diffusione in Europa la Commissione ha deciso di prolungare sino al giugno 2023 i controlli sui prodotti di importazione che potrebbero veicolare questo insetto.
I dettagli sono pubblicati sulla Gazzetta europea del 31 maggio.

L'insetto nel piatto
Con il Regolamento 2021/882, pubblicato dalla Gazzetta europea del due giugno si è dato via libera all'impiego degli insetti nell'alimentazione dell'uomo.
Come specificato all'articolo uno, ad essere inseriti nell'elenco dei nuovi alimenti sono le larve di Tenebrio molitor essiccate, il comune verme della farina.
Al momento una sola società residente in Francia è autorizzata alla produzione di questo nuovo alimento.
Infatti all'articolo due viene precisato che l'autorizzazione e conseguente alla domanda che questa società ha inoltrato presentando gli studi necessari alla autorizzazione stessa.

Carne dagli Usa
Il nuovo clima fra Unione europea e Stati Uniti si nota anche negli atti legislativi e sulla Gazzetta europea del 16 giugno ecco pubblicata la risoluzione (era in attesa dal 2019) per l'assegnazione di una quota del contingente tariffario per le importazioni di carni bovine provenienti da Oltreoceano.
"Spulciando" fra i documenti precedenti, si apprende che dovrebbe trattarsi di 35mila tonnellate di carne, provenienti, così prevede l'accordo, da animali non trattati con ormoni della crescita (il loro uso è lecito da anni negli Usa).

L'identità dei semi
Ha un lungo e articolato "nome" la Direttiva 2021/1971, pubblicata sulla Gazzetta europea del 17 giugno, inerente alcune modifiche alla commercializzazione delle sementi di piante foraggere, di cereali, di barbabietole e infine di sementi di ortaggi e di oleaginose da fibra.
In sintesi si tratta semplicemente della introduzione per tutte le sementi della possibilità di utilizzare tecniche biochimiche e molecolari per accertare la loro identità varietale.
Purché si tratti di tecniche, ovviamente, riconosciute a livello internazionale.

Allarme influenza
L'influenza aviaria continua a destare molte preoccupazioni data la sua presenza in numerosi paesi europei.
Si rende così necessario un aggiornamento delle misure di emergenza da adottare aggiornando la mappa dei focolai presenti.
Come riportato sulla Gazzetta europea del 18 giugno, I paesi interessati da queste misure sono: Bulgaria, Cechia, Germania, Francia, Lituania, Paesi Bassi, Polonia.

Fitofarmaci nel mirino
La Risoluzione del Parlamento europeo pubblicata sulla Gazzetta europea del 29 giugno esprime forti critiche nei riguardi delle proroghe accordate all'uso di numerose sostanze attive, fra le quali benfluralin, dimossistrobina, fluazinam, flutolanil, mancozeb, mecoprop-P, mepiquat, metiram, oxamil e pyraclostrobin.
In particolare la proroga dei periodi di approvazione della dimossistrobina e del mancozeb si ritiene non sia conforme ai criteri di sicurezza e non sia basata né sulla prova che tali sostanze possano essere utilizzate in modo sicuro, né su una comprovata e urgente necessità di utilizzarle nella produzione alimentare nell'Unione.
Sulla base queste e altre considerazioni il Parlamento europeo invita la Commissione a non rinnovare la possibilità di impiego di tali sostanze.

Dermatite bovina
La dermatite nodulare contagiosa è una malattia virale dei bovini, trasmessa da insetti ematofagi, come alcune mosche e zanzare, o dalle zecche.
La sua diffusione può essere contrastata ricorrendo alla vaccinazione e al momento la sua presenza è segnalata solo in Grecia e Bulgaria.
Per questo motivo la Gazzetta europea del 30 giugno riporta le norme da seguire in questi territori per monitorare l'evolvere della patologia ed evitare il suo espandersi.
Norme che sin d'ora è previsto restino in vigore sino al 21 aprile del 2023.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.259 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner