Le tecnologie dello spazio per l'agricoltura

Se ne parlerà il prossimo lunedì 25 gennaio, ore 18, al Museo nazionale della Scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Valagro.

tecnologie-spazio-agricoltura-museo-scienza-milano.jpg

Milano, 25 gennaio, ore 18.00 al Museo della Scienza e della tecnologia

Migliorare la coltivazione dei terreni agricoli ottimizzando l'uso di acqua e fertilizzanti, prevedere l'entità del raccolto e indirizzare le politiche di sviluppo verso pratiche forestali sostenibili. Tutto questo è possibile grazie all’integrazione dei dati inviati dai satelliti nello spazio con quelli rilevati sul terreno a livello locale: dallo spazio si possono infatti studiare su grande scala la vegetazione, le correnti marine, la qualità dell'acqua, le risorse naturali, gli inquinanti atmosferici e i gas dell'effetto serra. Sarà questo il tema centrale dell'incontro "Le tecnologie dello spazio per l'agricoltura" in programma il prossimo 25 gennaio, ore 18.00, al Museo della Scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (in Via San Vittore, 21) con Simonetta Di Pippo, direttore dell'ufficio per gli Affari dello spazio extra-atmosferico dell'Onu, e Simonetta Cheli, responsabile dei programmi di osservazione della Terra per l'Agenzia spaziale europea. Incontro con ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

L’appuntamento è legato alla mostra "Il mio Pianeta dallo Spazio - Fragilità e bellezza" e inserito nel programma FoodPeople, sostenuto da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia. Si tratta di un progetto espositivo promosso e organizzato dall’Agenzia spaziale europea, Esa, in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana, Asi, la presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea e la Commissione europea. L’esposizione, curata da Viviana Panaccia, è un viaggio nei luoghi più belli e remoti della Terra, attraverso immagini satellitari e videoinstallazioni. La mostra, che nell’edizione di Milano si focalizza su agricoltura, foreste e territorio, in occasione dell’incontro, è stata prolungata fino al 14 febbraio.

#FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione è la grande esposizione permanente del Museo nazionale della Scienza e della tecnologia dedicata ai cambiamenti che hanno segnato il nostro modo di mangiare e alle prospettive future del sistema alimentare. Valagro, BASF, Air Liquide Italia, Granarolo, Same Deutz-Fahr, Image Line, Yakult sono partner della mostra.