Mais, margine di guadagno piccolo ma positivo

Un'azienda in economia per garantirsi redditività dovrebbe disporre di una notevole quantità di ettari. Il peso rimane sempre nell'affitto, che erode ben 340 euro di reddito per ogni ettaro

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mais-pannocchia-by-smereka-fotolia-750.jpg

Margine positivo per la produzione di mais nel 2014
Fonte foto: © Smereka - Fotolia

Il tour di AgroNotizie nella rubrica “Costi di produzione in agricoltura” continua con le colture erbacee.
Grazie al supporto tecnico fondamentale come sempre del professor Francesco Rinaldi Ceroni, analizziamo oggi il costo per un ettaro di mais (granella). Prendiamo quindi in riferimento un'azienda in economia nell'annata agraria 2014.

Andando subito al costo delle operazioni colturali, da dividere fra lavorazioni e mezzi tecnici, la prima voce riguarda la preparazione del terreno, che costa 339,60 euro, mentre la fertilizzazione e diserbo vale 111,84 euro. Il costo per la semina si attesta a 92,80 euro, mentre per la raccolta l'impresa spende 462 euro. Il capitolo lavorazioni è chiuso dai lavori colturali, da 86,24 euro.

Per quanto riguarda i mezzi tecnici la spesa per la semente è di 219 euro, mentre per i concimi l'azienda esborsa 250,25 euro. Il costo dei diserbanti è di 54 euro, mentre la difesa fitosanitaria vale 37,40 euro. Chiudono i costi di irrigazione con 90 euro. Il costo totale per le lavorazioni risulta essere di 1092,48 euro/ha, mentre quello per i mezzi tecnici è di 650,65 euro/ha. Il costo colturale esplicito è quindi di 1743,13 euro/ha.

Analizzando invece i costi calcolati indiretti, abbiamo 21,79 euro per interessi sul capitale di anticipazione, 78,40 per imposte e contributi consortili. L'affitto è sempre di 340 euro, mentre per la direzione e amministrazione l'azienda spende 67,20 euro. Chiudono il cerchio i 44,80 euro per gli imprevisti calcolati come il 2% della Plv. La somma dei costi calcolati per ettaro è quindi 552,19 euro. Il costo di produzione totale del mais, tenuto conto di spese esplicite e indirette, è di 2295,32 euro/ha.

Considerando una produzione media di 140 quintali per ettaro, con un prezzo medio di 16 euro/q, la Plv è di 2240 euro, a cui deve essere sommato il contributo europeo di 250 euro. Per questo la Plv totale/ha è di 2490 euro, che garantisce un piccolo margine di guadagno positivo nonostante il peso dell'affitto. Il tornaconto è infatti positivo per 194,68 euro.  

Scarica la tabella dei costi in formato Pdf [non più disponibile]

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Francesco Rinaldi Ceroni

Autore:

Tag: cerealicoltura costi di produzione

Rubrica: Costi di produzione in agricoltura

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.569 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner