Kanzi, la mela che seduce per natura

Presentato al Macfrut il "tesoro nascosto" che viene dall'Alto Adige

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Kanzi-mela-melicoltura-alto-adige-packshot.jpg

Questo autunno l'universo melicolo italiano si arricchisce di una nuova preziosa stella: è Kanzi®, il frutto nato qualche anno fa nel cuore dell'Europa dall'incrocio tra le varietà Gala e Braeburn, che è stato presentato ai visitatori del Macfrut di Cesena. 

Questa nuova varietà, di proprietà di GKE, è tutelata a livello europeo dal gruppo ‘Kanzi People' e viene raccolta in Italia dai soci del Consorzio VOG, che la coltivano nei terreni più vocati dell'Alto Adige. 

Sotto a una buccia liscia di colore rosso brillante, Kanzi® unisce la dolcezza della Gala e il gusto aromatico della Braeburn.

"Per questa stagione in Alto Adige è prevista una produzione di circa 2.200 tonnellate di questa nuova varietà - ha commentato Gerhard Dichgans, Direttore del Consorzio VOGe siamo convinti che sarà un'annata di successo: Kanzi® è un frutto accattivante che alle sue spalle ha un team molto organizzato di professionisti che ne cura gli aspetti produttivi, distributivi e di marketing in tutta Europa". 

"Questi frutti rappresentano il futuro del nostro settore: oltre a caratteristiche organolettiche uniche racchiudono un potenziale di mercato molto elevato, rispondendo a pieno alle esigenze e ai desideri dei consumatori" ha concluso Gerhard Dichgans. 

Kanzi® è una delle ultime tipologie di mela entrate a far parte della ricca offerta varietale dell'Alto Adige: qui vengono cresciute più di 14 diverse tipologie di mela, per un totale di oltre 1 milione di tonnellate di frutti raccolti ogni anno.

 

Tutto quello che c'è da sapere su Kanzi

mele kanzi fruttetoChi è Kanzi?
Kanzi® è una mela nata dall'incrocio naturale tra le varietà Gala e Braeburn, di cui unisce la dolcezza e il gusto aromatico. Dalla fioritura al raccolto Kanzi® viene sottoposta a continui controlli e viene coltivata, raccolta, selezionata e immagazzinata con grande amore.

Cosa significa il nome Kanzi®?
Il nome Kanzi® significa "tesoro nascosto" in lingua Swahili e allude ad una esperienza di gusto unica, che evoca qualcosa di esotico. Nonostante questo sapore di luoghi lontani, Kanzi® viene coltivata in dell'Alto Adige dove esistono le perfette condizioni di coltivazione.

Cosa rende Kanzi® così unica?
Kanzi® è una mela totalmente nuova che nasce dall'incrocio delle varietà classiche Gala e Breaburn. Da ciascuno dei suoi ‘genitori' Kanzi® ha ereditato solo il meglio: grazie alla Braeburn possiede un contenuto di vitamina C molto elevato, una acidità piacevolmente fruttata e un morso sodo e croccante, mentre la Gala le ha donato il colore rosso e la nota dolce al primo morso. La combinazione armoniosa di tutte le qualità ereditate rende Kanzi® una mela totalmente nuova e prelibata, salutare e naturale.

Che sapore ha Kanzi®?
Kanzi® è una mela succosa, fruttata e croccante, caratterizzata da sfumature di sapore agrodolci.

Dove viene coltivata Kanzi®?
In Italia Kanzi® viene coltivata in Alto Adige. Qui infatti trova le condizioni ottimali per lo sviluppo delle sue straordinarie qualità organolettiche.

Perchè Kanzi deve riposare per 4 settimane dopo la raccolta?
Dopo la raccolta Kanzi® deve essere conservata per almeno 4 settimane nei magazzini affinché possa sviluppare un equilibrio ottimale tra le note aspre e quelle dolci del suo ricco bouquet naturale di sapori.

Cosa accade a Kanzi® durante la maturazione?
Durante la maturazione la parte acida della mela viene destrutturata e Kanzi® diventa sempre più zuccherina fino a raggiungere il suo ottimale rapporto tra gusto dolce e aspro.

Chi garantisce la costante qualità di Kanzi®?
Kanzi® ha ottenuto la qualificazione di prodotto premium: un riconoscimento riservato solo ai prodotti che vantano le massime certificazioni di qualità. L'elevata e costante qualità dei frutti e il loro sapore ideale viene garantito dai numerosi controlli che vanno dalla fioritura fino al raccolto. Una mela Kanzi® deve rispettare precisi requisiti estetici e specifiche qualità organolettiche:

• il frutto deve essere pienamente formato;

• la buccia deve presentare parti colorate rosse e gialle, dove il colore rosso è chiaramente predominante;

• la polpa deve essere soda e croccante;

• il rapporto tra gusto dolce e aspro deve essere ottimale
La qualità di Kanzi® viene garantita e protetta attraverso l'Associazione GKE (Greenstar Kanzi Europe NV) con sede in Belgio, a Sint-Truiden.

Dove è nata Kanzi®?
Kanzi® è nata nel 1994 in Belgio in un vivaio di nome Nicolai, dove per la prima volta venne provato l'incrocio tra le varietà Gala e Braeburn. Dal Belgio Kanzi® è poi stata introdotta in Alto Adige / Südtirol dove ha trovato le condizioni ottimali per la sua produzione. Le caratteristiche organolettiche di Kanzi® si sposano perfettamente con i gusti del mercato italiano, uno dei più importanti mercati di mele d'Europa.

Quando è arrivata Kanzi® in Italia?
Il Consorzio VOG ha iniziato la coltivazione di Kanzi® in Alto Adige nel 2007. 

I primi alberi-prova erano già stati piantati negli anni precedenti per poter crescere fino a produrre una sufficiente quantità di frutti di qualità ottimale. Nell'autunno del 2009 c'è stata la prima importante raccolta di mele Kanzi® in Italia, che ha prodotto complessivamente oltre 1.600 tonnellate di frutti.

Kanzi® fa bene alla salute?
Kanzi® non ha solo un buon sapore ma è anche molto salutare. Contiene infatti più di 30 sali minerali, tracce di oligoelementi e un alto contenuto di vitamina C

Questa mela è uno snack fresco e leggero e rappresenta una valida e gustosa alternativa alle merendine ipercaloriche.

Fonte: Vog

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.564 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner