Lombardia, meno scrofe nelle stalle e aziende in crisi

Andena, Coldiretti regionale: 'Impossibile far quadrare i conti'

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Andena.jpg

Nino Andena, presidente Coldiretti Lombardia

"Le scrofe nelle stalle italiane oggi sono meno di 700mila, contro le 756mila del 2008. Solo in Lombardia fra il 2009 e il 2011 sono state cancellate 25mila 'mamme', pari a circa mezzo milione di lattonzoli (21 milioni di euro il valore) per il circuito Dop. Intanto crescono le importazioni di maialini dalla Ue, che nel 2010 hanno raggiunto i 500mila capi, con un aumento del 40%". 

Lo sottolinea la Coldiretti regionale notando che in Lombardia gli allevamenti sono passati dai 4.341 del 2007 ai 3.530 del 2010, con una differenza negativa di oltre 800 stalle (quasi il 19%). 

"Stiamo arrivando - commenta Nino Andena, presidente regionale della Coldiretti - al punto di non ritorno. Gli allevatori prendono per i maiali quello che incassavano dieci anni fa, mentre i costi sono raddoppiati. E' quasi impossibile far quadrare i conti".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.270 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner